Movida Perugia, cinquanta gli agenti a controllare centro e Fontivegge

 
Chiama o scrivi in redazione


Movida Perugia, cinquanta gli agenti a controllare centro e Fontivegge

La Movida a Perugia che di fatto sarebbe dovuta ricominciare ieri sera è stata bloccata dal maltempo. Saranno una cinquantina gli agenti di pattuglia a controllare tutta l’area durante il lungo ponte del 2 giugno. Poliziotti, carabinieri, finanzieri e agenti della polizia locale sorveglieranno le serate cittadine.

Il sindaco di Perugia, Andrea Romizi, ieri ha emesso una nuova ordinanza modificando quella di sabato scorso che prevedeva l’orario di chiusura delle attività alle 21.
I locali della movida adesso chiuderanno a mezzanotte.

LEGGI ANCHE: Andrea Romizi ha emesso nuova ordinanza, aperture ed orari, ecco tutti i dettagli

Un provvedimento emesso per l’esigenza di «contemperare al meglio le legittime esigenze dei titolari degli esercizi commerciali, nonché la voglia di socialità dei giovani dopo la conclusione del lockdown con l’imprescindibile necessità di garantire il costante rispetto delle norme sul distanziamento sociale evitando il formarsi di assembramenti, al fine di tutelare l’ordine e la sicurezza pubblica, nonché la salute della collettività».

Sarà una movida blindada. Le forze dell’ordine vigileranno il rispetto dell’ordinanza in centro e a Fontivegge. Sanzioni sono previste a chi non rispetta le regole. L’obbligo della mascherina dalle 17 alle 6 del mattino, fermo restando il divieto di assembramento e quindi mantenere la distanza di sicurezza.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*