Baldoria fino alle 2 di notte in centro a Perugia, tra alcol, droga e urina

 
Chiama o scrivi in redazione




Baldoria fino alle 2 di notte in centro a Perugia, tra alcol, droga e urina

di Morena Zingales
Calci e pugni in piena notte, strafatti da fumo, alcol ed “ubriachi marci”. Era passata da poco la mezzanotte quando un gruppetto di ragazzi in Piazza Michelotti ha iniziato a fare “baldoria” fino alle 2 e trenta circa. Un susseguirsi di giovani che non conoscono il termine di movida sana. Se un cogl**** si sente nei video girati da un residente dalla finestra della sua abitazione. Un ragazzo che sale sulla scalinata della ex clinica di Porta Sole e si getta giù e poi, una volta di sotto, si mette a lottare con un altro amico che lo attende. Sono circa in 9. Uno di loro alla fine si accascia ubriaco sul cofano di una macchina mentre un altro fa un selfie con lui dietro. C’è anche una ragazza con loro.

Stesso caos in via Mattioli, sempre lì vicino, ma zona più appartata e per questo utilizzata a consumare droga ed urinare. “Un gruppo di sei-sette ragazzi – dice il residente – ieri sera ha urinato e poi fumato erba e tirato cocaina. Ho chiamato le Forze dell’Ordine ma sono intervenuti dopo oltre 45 minuti, quando ovviamente erano già andati via. Questi gruppetti arrivano, urinano in gruppo, consumano stupefacenti e poi se ne vanno subito, sapendo che le Forze dell’Ordine ci mettono tantissimo ad arrivare o non arrivano proprio. Poi è arrivato un altro gruppo, composto in questo caso da africani, che hanno ceduto cocaina ad un ragazzo bianco e poi hanno sniffato sul muretto. Anche in questo caso ho chiamato le Forze dell’Ordine ma non sono intervenuti proprio”.

Sono i resti una movida, che nei luoghi controllati sembra essere sana. In Piazza IV Novembre, Corso Vannucci, Piazza Italia, Piazza Danti, Piazza Morlacchi un via vai di uomini in divisa a controllare tutta la zona. Apparentemente sembrava tutto normale. Muraglia umana nelle scalette del duomo e palazzo dei Priori, nessun distanziamento o mascherina, qualcuno aveva bicchieri di plastica contenente birra o shottini acquistati prima delle ore 23. Il sindaco vieta la vendita di alcol dopo quell’ora. I ragazzi, per arginare l’ordinanza dell’amministrazione, l’alcol se lo portano da casa, acquistandolo nei supermercati. I residenti hanno raccontato di aver visto “arrivare un’auto carica di bottiglie di vetro (birra o vino). Hanno visto aprire il portabagagli e tirare fuori l’alcol”. Resti di bottiglie spaccate sono state trovate attorno alle auto parcheggiate in Piazza Michelotti. Urina e cattivo odore hanno preso il sopravvento in pieno centro che con le alte temperature diventa sempre più insopportabile.

“Molti ragazzi in condizioni pietose, cioè totalmente ubriachi e probabilmente pure strafatti – spiega il residente -, poi prendono tranquillamente l’auto e partono (li vedo tutti i fine settimana e li ho visti personalmente anche ieri notte, gente che letteralmente non stava in piedi, aveva l’auto parcheggiata in piazza Michelotti, sono saliti in auto e sono partiti). Poi ci lamentiamo che crepa la gente negli incidenti stradali. Non credo sia una grande fatica fare una volta ogni tanto un controllo con l’etilometro alla gente che scende in auto dal centro verso le due”.

Nella foto sotto si veste l’urina in via Mattioli che rimane al suolo dopo il via via di gente.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*