Movida molesta, beccato mentre fa pipì, cento euro di multa per un ragazzo

 
Chiama o scrivi in redazione


Movida molesta, beccato mentre fa pipì, cento euro di multa per un ragazzo

Fa pipì in via del Forno, una traversa di via Fani, e la polizia locale di Perugia lo becca sul fatto. Per lui cento euro di multa. Il ragazzo si era appartato durante la serata in centro con gli amici. E’ diventata un’abitudine per questi ragazzi fare i proprio bisogni nei vicoli e sotto i palazzi dei residenti che lamentano da anni lo “schifo” che sono costretti a sopportare. Baldoria durante la notte nel fine settimana, ma soprattutto pipi nei muri e dei portoni delle loto abitazioni, intorno alle macchine parcheggiate, per non parlare di feci, vomito e fazzoletti sporchi di escrementi. Un residente ha reagito per benino lanciando un secchio d’acqua, ma la reazione dei giovani è stata quella di prendere a calci e sfondare il portone della sua abitazione.

«Una bomba sanitaria in pieno centro storico a Perugia. Feci, vomito, urina, fazzoletti intrisi di escrementi sparsi qua e là. Vergogna! Permettere questo significa non amare la propria città. Ed è solo venerdì». E’ lo sfogo dei residenti del centro storico di Perugia – gruppo “Etruscamente” – che dicono questo, all’alba del giorno dopo. Si svegliano, sempre se riescono a dormire, durante la notte data la baldoria, e sono costretti a vedere quanto descritto sopra. Oltre all’odore nauseabondo di urina che con il caldo dell’estate, si sa, è insopportabile devono tollerare i rifiuti di una notte appena trascorsa. E’ così nella piazza Alfani, lungo la via Bartolo, a pochi passi dall’Università per Stranieri, ma più vicino al posto fisso di Polizia, a Piazza Danti e quindi alla Cattedrale di San Lorenzo. Posti che dovrebbero essere il gioiellino di Perugia, e invece…

Ancora una marea di foto scattate dai residenti che racconta tutto lo schifo che accade. «E’ un incubo – dicono – in cui viviamo da anni, tutti i fine settimana in particolare». C’è chi parla di mettere bagni pubblici, ma altri che ribattono dicendo: «Anche se ci fossero bagni questi giovani, ubriachi fradici e drogati non ci andrebbero mai!» Lo dimostra quel vespasiano aperto qualche anno fa, con tanto orgoglio del sindaco. Che fine ha fatto?

Nelle foto si vede uno che vomita e un’altra che urina e mentre la fa cade a terra. «Gentleman che vomita in piazza Alfani, tra l’odore di urina di qualcun altro che è passato prima di lui. Vi rendete conto come siamo costretti a vivere?». Ribadiscono ancora. “Cittadini onesti che lavorano e pagano profumatamente tasse!” Nascosti tra i buchi che si creano tra un’auto parcheggiata e l’altra fanno i loro bisogni.

I controlli della Polizia locale sono poi proseguiti in merito al rispetto dell’ordinanza sull’asporto: in questo caso gli agenti hanno multato due locali che vendevano bevande in contenitori di vetro nonostante il divieto vigente fino alle 6 del mattino. I due locali in piazza Danti e in via Alessi ora dovranno pagare una sanzione da 450 euro.



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*