Morte Filippo Limini, quarto giovane estradato, è detenuto a Bolzano

 
Chiama o scrivi in redazione


Morte Filippo Limini, domiciliari per tutti i tre ragazzi, lo ha deciso il gip

Morte Filippo Limini, quarto giovane estradato, è detenuto a Bolzano

Il quarto giovane, indagato per rissa e omicidio preterintenzionale per la morte di Filippo Limini, estradato in Italia e detenuto a Bolzano. Filippo Limini, operaio spoletino di 25 anni, perse la vita la notte di Ferragosto nel parcheggio vicino una discoteca e il palazzetto dello sport di Bastia Umbra.

© Protetto da Copyright DMCA

Il quarto giovane, difeso dall’avvocato Francesco Cinque, è un ventenne di nazionalità rumena. La polizia tedesca lo aveva arrestato a settembre in esecuzione a un mandato d’arresto europeo emesso dall’autorità giudiziaria della Romania, quando ancora era minorenne.

Su di lui pende anche l’ordinanza del gip Natalia Giubilei che il 21 agosto scorso ha autorizzato la custodia cautelare in carcere. Il romeno – da quanto appreso – avrebbe colpito con calci e pugni Filippo quando era già a terra. C’è una testimonianza di una ragazza che ha assistito a tutta la scena.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*