Molestie in ospedale, pediatra di 43 anni può tornare al lavoro

 
Chiama o scrivi in redazione


Avances sessuali su specializzande, dirigente medico di Perugia sospeso

Molestie in ospedale, pediatra di 43 anni può tornare al lavoro

Il pediatra perugino di 43 anni, indagato dalla procura perugina per violenza sessuale nei confronti di due specializzande, può tornare al lavoro. Il gip Natalia Giubilei, all’esito dell’interrogatorio di garanzia di ieri mattina in tribunale, ha revocato l’interdittiva della sospensione dal lavoro.

© Protetto da Copyright DMCA

Il medico – difeso dall’avvocato Nicola Barocci – ha risposto alle domande del giudice e del procuratore capo Raffaele Cantone (in videocollegamento da remoto), respingendo ogni accusa.

Le denunce, due, risalenti al 2019 e al 2020, riferiscono di pesanti avances a sfondo sessuale. Il caso ha preso le mosse da un esposto della stessa Azienda ospedaliera, facendo scattare gli accertamenti dei carabinieri della polizia giudiziaria. Il Direttore Generale dell’Azienda ospedaliera, Marcello Giannico, intervenendo in merito aveva spiegato che «la direzione aziendale ha fornito la massima collaborazione nelle indagini all’Autorità giudiziaria e, alla formalizzazione del provvedimento interdittivo, attivato le procedure finalizzate a valutare il comportamento del dipendente sotto il profilo disciplinare».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*