Lite tra condomini sedata dalla polizia, denunciato per violenza privata

Lite tra condomini sedata dalla polizia, denunciato per violenza privata

Gli agenti della Polizia di Stato di Perugia, a seguito di chiamata al Numero Unico di Emergenza Europeo, sono intervenuti in località Castel del Piano per una lite tra vicini di casa.

Giunti sul posto, gli operatori hanno preso contatti con la richiedente, una donna classe 1973, che ha spiegato che i rapporti con il vicino – un cittadino italiano classe 1952 – erano tesi da tempo.

La 49enne ha raccontato che quella sera, il 70enne, dopo aver bussato alla porta della sua abitazione, si era recato presso il locale dove si trovavano i contatori dell’energia elettrica disattivando quello del suo appartamento. La donna, rimasta senza elettricità e non avendo la disponibilità della chiave del locale in cui si trovavano i contatori, aveva quindi deciso di chiedere aiuto alla Polizia di Stato.

I poliziotti, a quel punto, hanno bussato alla porta del 70enne che, fin da subito, ha mostrato un atteggiamento poco collaborativo.

Dopo averlo invitato a fornire le proprie generalità e a ripristinare l’erogazione dell’energia elettrica per evitare di incorrere nella commissione di un reato, l’uomo ha iniziato ad inveire contro gli operatori, spintonandoli e minacciandoli.

Gli operatori lo hanno quindi contenuto in sicurezza e, dopo averlo identificato, hanno recuperato la chiave dei locali dei contatori e ripristinato il flusso di energia.

Accompagnato in Questura per gli accertamenti di rito, il 70enne è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per i reati di violenza privata, rifiuto di fornire le proprie generalità e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*