Le ordinanze antialcol a Perugia non servono, i resti di una notte infernale 📸 FOTO

 
Chiama o scrivi in redazione




Le ordinanze antialcol a Perugia non servono, i resti di una notte infernale 📸 FOTO

“Le ordinanze a nulla servono. Vietare la vendita di alcolici da una determinata ora, in un determinato posto è inutile, perché chi vuole bere ed ubriacarsi lo fa lo stesso in altri posti isolati e poco controllati”. E’ l’ennesima protesta dei residenti del centro storico di Perugia che reclamano più attenzione a queste situazioni.

“Comprano gli alcolici prima dell’orario limite – dicono i residenti – o se li portano da casa, acquistandoli nei supermercati”. Le foto pubblicate sono state inviate da un residente che, insieme ad altri, è vittima di questa situazione. Foto scattate al mattino dopo una notte di baldoria.

Queste le parole del residente: “Foto della situazione dei vicoli del centro storico dopo la nottata. Sotto casa mia, in via Mattioli, c’è stata anche una rissa, verso le due di notte, ma non ho neanche chiamato le forze dell’ordine, tanto non intervengono”.

Le discoteche sono chiuse, le sagre lo stesso e la ‘fiumana’ di gente si riversa sul centro. Il capo della squadra mobile, Monica Corneli, con i suoi uomini, la polizia locale, i carabinieri, la protezione civile e le forze dell’ordine in generale – abbiamo appreso successivamente – correvano tra un vicolo e un altro, in quanto sapendo che non possono bere davanti ai bar, mettono le bottiglie sui muretti, su cofani delle auto e nelle vie tra i vicoli. Le immagini si descrivono da sole.


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*