Investimento e fuga, cambiò la vita di un ragazzo di 20 anni

La donna accusata potrebbe patteggiare

Investimento e fuga, cambiò la vita di un ragazzo di 20 anni

Investimento e fuga, cambiò la vita di un ragazzo di 20 anni

Sottotitolo: “La donna accusata potrebbe patteggiare, cambiando per sempre la vita del 20enne.”

Parole chiave: Patteggiamento, Investimento, Fuga, Leonard Tomassini, Gualdo Tadino, Lesioni stradali gravissime, Omissione di soccorso.

Testo:

Investimento e fuga – Un anno fa, la vita di Leonard Tomassini, un giovane di 20 anni di Gualdo Tadino, è stata sconvolta per sempre. Mentre camminava lungo il ciglio della strada, è stato investito da un’automobile. L’incidente, che ha lasciato il ragazzo invalido al 100%, è stato particolarmente grave perché l’autista non si è fermato a prestare soccorso. Leonard è rimasto in agonia per venti ore tra la vegetazione prima che un passante lo notasse.

La donna alla guida dell’auto quella sera è ora sotto processo. Assistita dall’avvocato Guido Bacino, è accusata di lesioni stradali gravissime, lesioni colpose e omissione di soccorso. Giovedì, comparirà davanti al giudice Elisabetta Massini per le udienze preliminari. In quella sede, è probabile che la sua difesa chiederà di poter accedere al patteggiamento.

Il pubblico ministero Franco Bettini, che ha coordinato l’indagine, ha ricostruito gli eventi di quella sera. Secondo la sua ricostruzione, Leonard stava camminando lungo via Sandro Pertini a Gualdo Tadino quando è stato colpito dalla Fiat Panda guidata dalla donna. Nonostante le condizioni di visibilità ridotte a causa della pioggia e l’orario, la donna viaggiava a una velocità di 60 chilometri orari, dieci sopra il limite. Questa condotta è stata definita colposa dal pubblico ministero, a causa di negligenza, imperizia e imprudenza.

Al momento dell’impatto, la donna era al telefono. Dopo aver colpito Leonard e averlo fatto cadere nel canaletto di scolo adiacente alla strada, si è allontanata senza prestare soccorso. Nei giorni successivi, quando gli inquirenti sono riusciti a identificarla, ha spiegato di aver pensato di aver investito un animale.

Il processo potrebbe concludersi con un patteggiamento, ma prima sarà necessario il via libera della procura e probabilmente un accordo sul risarcimento da riconoscere a Leonard. La decisione potrebbe rappresentare un punto di svolta nel caso che ha cambiato per sempre la vita del giovane.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*