Incidente grave a Bastia Umbra, un altro bambino investito da un’auto in via San Rocco

Incidente grave a Bastia Umbra, un altro bambino investito da un'auto in via San Rocco

Incidente grave a Bastia Umbra, un altro bambino investito da un’auto in via San Rocco

Un altro grave incidente stradale si è verificato a Bastia Umbra, precisamente in via San Rocco, intorno alle 18 di lunedì 15 aprile. Un bambino di 9 anni, che si trovava in bicicletta, è stato investito da un’automobile mentre stava uscendo dalla via XVII Giugno. Lo scontro è stato così violento che il bambino ha sbattuto il volto e le labbra sull’asfalto. Sul posto sono intervenuti immediatamente un’ambulanza, che ha trasportato il piccolo all’ospedale di Perugia, e la Polizia locale per effettuare i rilievi. Le sue condizioni non sono gravi e pertanto non è in pericolo di via. Ha un politrauma e resterà in osservazione per alcuni giorni.

Purtroppo, questo è il secondo incidente che coinvolge un bambino in pochi giorni nella stessa zona. La settimana scorsa, un’altra bambina era stata investita sempre lungo via San Rocco ed era stata portata in ospedale. La ripetizione di tali tragici episodi ha scatenato la rabbia e l’indignazione dei cittadini, che si sentono sempre più preoccupati per la sicurezza stradale nella zona.

luogo dell’incidente in via San Rocco

Molti abitanti di Bastia Umbra esprimono la loro frustrazione per la chiusura della via Roma a causa dei lavori in corso, che ha comportato un aumento del traffico lungo via San Rocco. Questo aumento del flusso veicolare, combinato con la mancanza di misure di sicurezza adeguate, sta creando una situazione pericolosa per i pedoni e in particolare per i bambini che frequentano la zona.

La comunità locale chiede soluzioni immediate per migliorare la sicurezza stradale lungo via San Rocco e in altre vie adiacenti, come via della Repubblica. È necessario valutare l’installazione di attraversamenti pedonali sicuri, la riduzione della velocità, l’illuminazione adeguata e l’implementazione di altre misure atte a proteggere i pedoni, soprattutto i più giovani.

Le autorità competenti sono chiamate a prendere seriamente in considerazione queste preoccupazioni e ad adottare provvedimenti efficaci per garantire la sicurezza delle strade e proteggere i più vulnerabili.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*