Incidente di caccia a Umbertide, spara e uccide l’amico, morto cacciatore 

Incidente di caccia a Umbertide, spara e uccide l’amico, morto cacciatore 

Incidente di caccia a Umbertide, spara e uccide l’amico, morto cacciatore

Spara per colpire il cinghiale e uccide per sbaglio il cugino, il compagno di “battuta“. Un cacciatore di 82 anni di Corciano, è morto oggi, in un incidente di caccia avvenuto nel primo pomeriggio di ieri, nell’area boschiva di San Paolo di Preggio, nel comune di Umbertide, molto vicino alla zona del Trasimeno. L’uomo che ha esploso il colpo è un ottantenne, pure lui dello stesso territorio.


di Marcello Migliosi


I due facevano parte di una squadra di cinghialai composta da cinque persone in tutto. Ad indagare sull’incidente sono i carabinieri. Sul posto anche il personale del 118 e il Sasu, ma per il poveretto non c’è stato scampo. La Procura di Perugia ha disposto l’autopsia. Venivano da Perugia, appositamente per una battuta al cinghiale, come accaduto già in tante altre occasioni.

I cacciatori erano fermi alla “posta“, in attesa del passaggio del cinghiale e secondo una prima ricostruzione, quando l’animale sarebbe transitato davanti a loro sarebbero stati esplosi i colpi di fucile. Uno di questi ha raggiunto l’anziano, in pieno torace. I compagni di squadra hanno cercato di aiutare per quanto possibile l’uomo, chiamando immediatamente il 118. All’arrivo dei soccorritori per lui non c’era più niente da fare.

  • Intervenuti Carabinieri di Umbertide

Sul luogo della tragedia sono intervenuti i carabinieri di Umbertide che hanno eseguito tutti gli accertamenti necessari a ricostruire la dinamica dell’incidente. I militari hanno anche ascoltato i testimoni e dovrebbero ascoltare nelle prossime ore l’uomo dal cui fucile è partito il colpo. Sul posto si è recata anche una squadra del Soccorso Alpino proveniente da Perugia che hanno aiutato gli addetti del 118 nel recupero del corpo dell’anziano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*