Imbratta muro del Serafico di Assisi e la presidente lo “bacchetta” invitandolo

Imbratta muro del Serafico di Assisi e la presidente lo “bacchetta” invitandolo

“A te che hai imbrattato il muro di Casa Principe dell’Istituto Serafico, ho proprio alcune cosette da dire”. Con queste prime parole risponde la presidente dell’Istituto Serafico, Franesca Di Maolo, al vandalo che ha imbrattato il muro.

“Certamente – continua la presidente – quando hai infantilmente e scioccamente sporcato quell’intonaco non hai pensato che in quella casa vivono bambini e ragazzi con disabilità gravi, così gravi da dover vivere lontano dalle loro famiglie! Mentre tu strisci nel buio della notte per fare queste stupidaggini, i nostri ragazzi a viso aperto, ogni giorno, affrontano con coraggio le sfide della disabilità! C’è una enorme differenza tra te e loro. Tu pensi di “ruggire ” quando nessuno ti vede, rovinando la facciata di un edificio, ma i nostri ragazzi alla vita ruggiscono davvero e a viso aperto! Tu neanche ti immagini quanto ognuno di noi al Serafico si impegna per tenere in ordine e curare gli ambienti vissuti dai nostri ragazzi e quanta fatica costa!”

E poi l’invito: “Visto che queste cose, probabilmente come molte altre, non le sai, ti voglio invitare a conoscerci meglio. Se ti pulsa tutta questa smania di esprimerti “artisticamente”, esci dall’anonimato! Vieni da noi. Ti aspettiamo nei nostri laboratori di arte insieme ai ragazzi, magari impari qualcosa della vita, e a disegnare un po’ meglio…”


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*