Il professore si farà sospendere, non farà il vaccino e nemmeno i tamponi

Il professore si farà sospendere, non farà il vaccino e nemmeno i tamponi
Foto dal Corriere dell'Umbria

Il professore si farà sospendere, non farà il vaccino e nemmeno i tamponi

Il professor è pronto a farsi sospendere, a rinunciare allo stipendio, a non insegnare più arte ai suoi alunni. Il motivo è il green pass e come lui stesso dice in un cartello posizionato all’ingresso della scuola secondaria di primo grado Luca Signorelli di Orvieto centro. “Il green pass è vergognoso e criminale perché provocatoriamente disonesto nei confronti dei cittadini, violentemente lesivo dei diritti costituzionali, inutile per la prevenzione del contagio”. Il suo cartello di protesta affisso all’ingresso della scuola non è certo passato inosservato.


di Davide Pompei
dal Corriere dell’Umbria in un articolo di oggi


Senza certificazione verde in quando non vaccinato, il docente ha deciso di interrompere anche i tamponi ai quali si è sottoposto regolarmente dal 1° settembre scorso per entrare a scuola, spendendo circa 180 euro, rischiando così la sospensione dal lavoro e l’interruzione dei pagamenti per il suo ruolo. Parla di discriminazione, di libere scelte e di “brutale atto di ricatto e sottomissione politica”, ma mette anche in chiaro di non essere un no vax al punto che le figlie hanno effettuato regolarmente tutti i vaccini obbligatori.

La dirigente scolastica dell’istituto comprensivo Orvieto-Baschi ha tentato in tutti i modi di convincere il professore a vaccinarsi. Qualora non cambierà idea da martedì prossimo si vedrà, comunque, costretta a sospendere l’insegnante.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*