Giove Umbria, zona rossa Covid, consigliere Nicchi, pare vada bene

 
Chiama o scrivi in redazione


Giove, il sindaco preme sulla regione, la città va riaperta

Giove Umbria, zona rossa Covid, consigliere Nicchi, pare vada bene

“Riguardo alla cittadina di Giove sono ottimista perché le cose sembrano andare per il verso giusto”. Lo afferma il consigliere regionale Daniele Nicchi (presidente della Prima commissione), spiegando che l” area, “zona rossa per il Covid-19, sta tornando alla normalità. Il sindaco Alvaro Parca in un post su Facebook ha ringraziato il suo omologo di Attigliano, Leonardo Fazio, per la solidarietà. Un plauso quindi per la collaborazione dei due amministratori – commenta – anche se ideologicamente diversi”.

“Giove – sottolinea Nicchi – è un borgo di circa 2.000 anime che si trova nel Ternano, dove sta avviando alla conclusione lo screening svolto sui cittadini del paese, visti i numerosi sintomatici e i molti in isolamento a causa dell” emergenza coronavirus. Sono diversi giorni che la popolazione di Giove è in isolamento, capisco il loro stato d” animo e mando loro un abbraccio per l” atteggiamento decoroso che stanno avendo”.

“L” impegno – afferma Nicchi, secondo quanto riferisce una nota della Regione – è stato garantito da tutta l” amministrazione comunale, in primis dal sindaco Parca, dalla Giunta ed anche dal gruppo consiliare di minoranza come si è visto per la fabbricazione e distribuzione delle mascherine. Tutto ciò è stato possibile grazie alla sinergia dell” intera compagine amministrativa. Insisto per dire che Giove non è stato abbandonato, come ho letto nei giorni scorsi in qualche commento. La Regione ha predisposto ed è intervenuta cosi come unanimemente riconosciuto in tutti i territori dell” Umbria”. Daniele Nicchi rassicura la popolazione: “Abbiamo una sanità d” eccellenza e il sistema regionale ha retto l” impatto del Covid-19 in confronto ad altre Regioni”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*