Furto mascherine carabiniere di Michela Lupatelli, messe in vendita, è truffa

 
Chiama o scrivi in redazione


Furto mascherine carabiniere di Michela Lupatelli, messe in vendita, è truffa

di Morena Zingales
Le mascherine da carabiniere dell’artista perugina e nostra amica, Michela Lupatelli, sono finite in vendita in un sito internet, a sua insaputa. A comunicarlo a Umbria Journal è stata la stessa artista che ha riferito di aver già fatto denuncia alla polizia postale.

L’artista mesi fa ha realizzato per i Carabinieri un logo personalizzato da stampare sui dispositivi di sicurezza anticovid, donando ogni diritto d’autore, affidandosi alla ditta Pigolotti srl di Resina, che ha realizzato le mascherine con sovrapposizione di quattro strati in TNT, certificate, lavabili e anti-dropper. “La denuncia – riferisce l’artista – l’ha fatta il proprietario della ditta per un furto di identità. Nella denuncia io sono citata come autrice del logo”.

Il sito in questione, dopo aver fatto delle verifiche, rientra in una categoria di portali truffa, di origine cinese e multilingua, collegati tra loro. All’interno, in una sorta di vetrina, vengono esposti dei prodotti scontati. Dalla Polizia Postale fanno sapere che si tratta di un sistema a loro noto e che sono a conoscenza di questi meccanismi truffa. Non è il primo.

Nel sito, in due diversi link, sono pubblicate le mascherine di Michela con tanto di foto mentre l’artista realizza il progetto, per rendere più credibile l’acquisto. “Mascherine da carabiniere Mascherine d’autore per l’Arma dei Carabinieri, by Michela Lupattelli”. Questo è scritto nel sito internet multilingua con tanto di recensioni: https://sale.salesonline2020.com/ 

C’è un secondo furto: la foto pubblicata in quel sito é stata elaborata da Umbria Journal e quindi rubata al giornale.

Una mascherina costa 11,49 (con il 67% di sconto) + le spese di spedizione 7,01. Totale del costo per ricevere la mascherina è di 18,50. Spedizione gratuita per ordini superiori a 34,15 euro. Attualmente il costo si è ridotto.

Ma in realtà non c’è nessuna mascherina. Chi acquista da quel sito viene truffato e a destinazione non arriverà mai nulla.

Noi abbiamo voluto verificare chi c’è dietro a questo meccanismo e abbiamo acquistato una mascherina per prova. Il sito si mostra sicuro per quanto riguarda i certificati SSL e il pagamento avviene con Pay Pal o con carta di credito.

Ad ogni acquisto effettuato solitamente dovrebbe arrivare una email dal negozio online, in questo caso, dal sito internet in questione non è arrivato nulla. Alla nostra email è pervenuta solo quella di Pay Pal con la richiesta dell’avvenuto addebito.

Abbiamo provato a contattare lo spesso venditore alla mail scritta sulla ricevuta di Pay Pal (miyi4788761@163.com) per chiedere chiarimenti ed ha anche risposto in lingua inglese che tradotto significa di avere tanta pazienza perché a causa della pandemia ci sarebbero stati dei ritardi a ricevere la mascherina, dai 20 ai 35 giorni circa, e che avremmo potuto chiedere il rimborso qualora il prodotto non arrivi. (Hello, the goods have been delivered, because of the global epidemic, the logistics speed is slow, it will take about 20 to 35 days to arrive,  please wait patiently, if you have any problems in receiving the project, please tell me, I can give you a full refund. Looking forward to a successful conclusion of the transaction). 

Sono passati 10 giorni dall’acquisto e ancora attendiamo che arrivi la email dal negozio online. Nessuna ricezione, neanche nello spam.

Ci siamo allora rivolti a Pay Pal, aprendo una contestazione spiegando quanto accaduto. Pay Pal, come avviene in questi casi, contatta il venditore e gli dà alcuni giorni di tempo per rispondere. Tra qualche giorno la pratica sarà chiusa e il venditore, o pseudo tale, non ha ancora risposto al reclamo.

Abbiamo contattato il venditore per la seconda volta alla stessa mail di prima, scrivendo: “E’ una truffa online. Non esistono mascherine da carabiniere. Abbiamo denunciato a Polizia”. Ha risposto con lo stesso messaggio della prima email. A questo punto è chiaro che si tratta di un meccanismo automatico. E ad ogni email ricevuta risponde con lo stesso messaggio, indipendentemente dal contenuto.

Per sicurezza abbiamo provveduto, subito dopo aver fatto l’acquisto, a cambiare le credenziali di accesso a Pay Pal per evitare di incorrere in altre truffe.

Se poi desiderate acquistare le mascherine da carabiniere dipinte da Michela Lupatelli e riprodotte da un’azienda di Resina, non serve rivolgersi ai siti cinesi per averle, basta andare a Resina, a Perugia. Il copyright è solo di Michela Lupatelli.

L’artista che ha scoperto per puro caso il furto del diritto d’autore non l’ha presa bene. Mai e poi mai avrebbe pensato che una sua opera venisse utilizzata a sua insaputa per far produrre loschi guadagni ad altri. Ecco che ha deciso di denunciare subito il fatto e di andare avanti per rivendicare i suoi diritti e la sua proprietà.

Il fac simile del sito e delle ricevute di acquisto, oltre alla risposta del venditore via email 

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*