Fermato il presunto killer dell’accoltellamento a Fontivegge

 
Chiama o scrivi in redazione


Fermato il presunto killer dell'accoltellamento a Fontivegge

Fermato il presunto killer dell’accoltellamento a Fontivegge Il presunto a assassino di Mohamed Wertani è stato fermato dalla Polizia. Si tratta di un 27enne tunisino Saber Zouaoui, accusato di omicidio volontario. Il giovane è ristretto nel carcere di Capanne a disposizione dell’autorità giudiziaria. Lo straniero – da quanto appreso – avrebbe precedenti per droga. Saber Zouaoui, meglio conosciuto con la ‘faccia da bambino’ secondo gli accertamenti della questura è responsabile di aver sferrato la coltellata al 35enne connazionale nel parcheggio davanti al centro di smistamento delle Poste in via Mario Angeloni.

© Protetto da Copyright DMCA

LEGGI ANCHE: Omicidio a Fontivegge, indagini in corso, chi era lo straniero ucciso

Sabato notte le cose sono andate più o meno così. Tutto ha avuto inizio quando qualcuno ha iniziato a cercare Saber Zouaoui. Non si sa quanti fossero, forse da lui volevano cocaina. Non si sa ancora come siano andate le cose una volta sceso in strada. La dinamica della lite va approfondita. L’unica cosa certa è che Mohamed Wertani è rimasto a terra sanguinante raggiunto da un fendente ed Saber Zouaoui è sospettato di questo. Prima ancora una guardia giurata era stata aggredita dal gruppetto e colpita con una bottiglia di birra.

L’arma da taglio non si è ancora trovata. Si aspetta pure l’autopsia sul corpo di Wertani. Il presunto assassino è stato rintracciato in un appartamento non distante dal centro storico nella notte fra domenica e ieri. Ora, assistito dal’avvocato Vincenzo Bochicchio, è in attesa della fissazione dell’udienza di convalida. Le indagini sono coordinate dal pm Mario Formisano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*