Fallimento Dentix, tra i creditori anche dentisti che lavoravano nelle strutture

 
Chiama o scrivi in redazione


Vicenda Dentix, l’Antitrust avvia istruttoria nei confronti della società e delle finanziarie

Fallimento Dentix, tra i creditori anche dentisti che lavoravano nelle strutture

I clienti umbri beffati dalla Dentix sono ottocento. Persone che hanno aspettato la riapertura di maggio delle cliniche. Strutture che non hanno mai riaperto dopo il lockdown. Riapertura rimandata da una settimana all’altra. La maggior parte dei clienti con lavori già iniziati, non portati a termine e con finanziamenti accessi. Lo riporta oggi il Messaggero dell’Umbria. Un volume d’affari che si aggira sul milione di euro.

Le finanziarie della Dentix avevano già iniziato ad addebitare con rate mensili a persone che dovevano ancora essere operate o con i lavori odontoiatrici iniziati e non finiti. Alcuni clienti avevano pagato il lavoro anche se non era stato completato.

Tra i creditori anche i circa 20 dentisti che hanno lavorato nei tre studi umbri di Foligno, Perugia e Terni. Queste persone con la dichiarazione di fallimento di Dentix avranno nel corso del
procedimento possibilità di vedersi riconosciuti i propri diritti. Il tribunale di Miliano ha fissato al 17 febbraio prossimo l’udienza per l’esame dello stato passivo davanti al giudice Francesco Pipicelli.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*