Esplosione nella notte, salta in aria una casa nel Gualdese, un morto e tre feriti 📸 FOTO E VIDEO 🔴

 
Chiama o scrivi in redazione




Esplosione nella notte, salta in aria una casa nel Gualdese, un morto e tre feriti

Una esplosione talmente violenta da scaraventare a circa 50 metri di distanza dal casale un frigorifero di medie dimensioni. Un uomo di 59 anni, di nazionalità indiana, è morto questa notte – poco prima delle h24 – a causa una esplosione, seguita da un incendio, avvenuta nella zona di Monte Mezzo (Valfafabbrica). Una esplosione, probabilmente causata dal GPL, che ha coinvolto un casolare di una residenza della comunità spirituale Ananda, sulla vecchia strada statale 444, nei pressi dell’Agriturismo “Arcobaleno”, che collega Gualdo Tadino ad Assisi.

All’interno c’erano il 59enne deceduto, la moglie italiana (torinese) che è stata trasportata in codice rosso all’ospedale di Perugia, ma non sarebbe in pericolo di vita. In una prima fase l’uomo era disperso, solo dopo ricerche i pompieri lo hanno ritrovato tra le macerie della casa. 



I due si trovavano nell’appartamento del primo piano, dove si è verificato lo scoppio. L’esplosione ha causato il crollo del solaio del primo piano ed ha interessato anche il piano terra, uno spigolo e due facciate. Ferita anche la coppia che viveva di sotto, composta da due persone di nazionalità austriaca e statunitense, che risultano ricoverate all’ospedale di Branca (Gubbio).

A permettere ai tre feriti di sopravvivere alla forte esplosione sono stati gli architravi dello stabile, che non avendo fortunatamente ceduto hanno evitato il crollo del tetto dell’immobile. Ad essere danneggiata la parte posteriore dell’immobile. I due si trovavano nei vani della parte anteriore dell’abitazione, che è quella meno danneggiata, in cui non si è verificato il crollo del solaio. Tutta l’area è stata circoscritta e sequestrata. Danneggiata anche un’auto, una Honda Crv.

Sul posto sono arrivate le squadre dei vigili del fuoco di Gaifana, Assisi, autobotte da Foligno e Perugia è arrivata anche con una autoscala. Sul posto anche il funzionario di turno e i Carabinieri di Valfabbrica, con il coordinamento di Nocera Umbra che ricade sotto la giurisdizione dei Carabinieri di Gubbio, guidati dal capitano Fabio Del Sette. Secondo i primi accertamenti a causare l’esplosione sarebbe stata una perdita di gpl che si sarebbe verificata nella cucina dell’abitazione del primo piano. La squadra di Gaifana ha effettuato la bonifica degli ultimi focolai, l’intervento si è protratto per diverse ore.


Le difficoltà della notte
Dal posto, la strada la strada statale 444, nei pressi dell’Agriturismo “Arcobaleno”, poco dopo la mezzanotte è arrivata la segnalazione di questo drammatico fatto, forse causato da una fuga di gas ma, lo ripetiamo, data l’impossibilità di reperire notizie, non possiamo, per il momento, fornirvi maggiori dettagli. Né, tantomeno, foto e video in quanto – sulla base delle pochissime e non precise indicazioni che ci sono state fornite – ad un certo punto il nostro navigatore ha perso la “bussola” e non siamo stati in grado di arrivare sul luogo del disastro. Un comportamento che non comprendiamo e per il quale vorremmo avere una spiegazione seria. Vorrei ricordare che esiste il SACROSANTO diritto di cronaca e trovare il “muro di gomma” quando si chiedono – legittimamente – notizie non è giusto. Solo stamani, alla terza chiamata in centrale siamo riusciti ad avere conferma e contezza di questa immane tragedia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*