Entra in un bar di notte e semina il panico, era ubriaco

Entra in un bar di notte e semina il panico, era ubriaco

Si era presentato a tarda notte in un esercizio commerciale di Città di Castello e aveva iniziato a minacciare il personale dipendente e il titolare, al punto da indurre quest’ultimo a chiamare il Numero Unico di Emergenza Europeo.

Gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Città di Castello, giunti immediatamente sul posto, hanno identificato l’uomo – un cittadino marocchino, classe 1983 – con numerosi precedenti di polizia per minaccia, danneggiamento e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Il titolare dell’esercizio commerciale, sentito dai poliziotti, ha raccontato quanto accaduto evidenziando il comportamento minaccioso dell’uomo sia nei suoi confronti che del personale. L’uomo ha spiegato che nonostante i tentativi di riportarlo alla calma, il 39enne aveva iniziato a lanciare degli oggetti, arrivando persino a rompere un bicchiere.

Gli operatori, a quel punto, hanno invitato il cittadino straniero ad allontanarsi e informato le parti offese delle loro facoltà di legge.

Il giorno dopo, il titolare si è presentato presso gli uffici del Commissariato di Città di Castello raccontando che il 39enne, poco dopo il loro intervento, era ritornato nel suo locale. La vittima ha spiegato che l’uomo, dopo aver chiesto da bere, al diniego – visto il suo stato di manifesta ubriachezza – aveva asportato dal frigo alcune bottiglie per consumarle all’esterno del locale. Si era poi allontanato senza saldare il conto.

Per tali motivi, i poliziotti hanno deferito il cittadino marocchino all’Autorità Giudiziaria per i reati di minaccia e insolvenza fraudolenta.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*