Emilio Vincioni, padre detenuto in Grecia, vuole vedere la figlia, ma…

 
Chiama o scrivi in redazione


Emilio Vincioni, padre detenuto in Grecia, vuole vedere la figlia, ma...

Emilio Vincioni, padre detenuto in Grecia, vuole vedere la figlia, ma…

Emilio Vincioni ha sposato una donna greca che decide di partorire la loro figlia in Grecia e da lì di non tornare più. Dalla nascita della bambina Emilio non ha avuto praticamente mai modo di incontrarla.

La moglie, divenuta ovviamente subito ex, è sotto processo in Italia, mentre Emilio viene condannato in Grecia al pagamento di un mantenimento di 550 euro al mese.

Per una bambina che non vede, anzi che gli viene sottratta. Emilio da anni cerca di attivare le autorità italiane per correggere questa stortura, senza però, dichiara, ottenere alcuna attenzione né aiuto. Ieri Emilio è partito per la Grecia, determinato a vedere sua figlia e a portarle i regali per il suo quarto compleanno.

All’aeroporto di Atene è stato arrestato e portato in un commissariato di polizia. Lì attende un processo per direttissima, che dovrebbe tenersi oggi, con l’accusa di aver pagato 400 euro invece di 550. Questi sono i sei videomessaggi che ha registrato con il cellulare dal commissariato di polizia.

Emilio è un padre a cui è stata sottratta una figlia e che viene usato come bancomat. E’ in arresto perché vuole incontrare la figlia. Ed è un italiano in detenzione in un paese straniero.



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*