Droga, buco e degrado, siringhe sporche di sangue in terra a Fontivegge

 
Chiama o scrivi in redazione


Droga, buco e degrado, siringhe sporche di sangue in terra a Fontivegge

Droga, buco e degrado, siringhe sporche di sangue in terra a Fontivegge

Beccati sul fatto! Tre persone sono state trovate mentre si sparavano la solita dose di eroina in vena. Due donne e un uomo sono stati fermati dai carabinieri di Perugia. Erano all’interno del palazzo Bellocchio, in via del Macello 53 a Fontivegge. A segnalare il fatto al comando provinciale dei Carabinieri di Perugia, Alain Herz e Domenico Cappelletti della Sogest Servizi. I militari giunti sul posto hanno identificato i tre che sono stati denunciati a piede libero.

Sul fatto che le tre persone fossero intente a bucarsi, come dire, la notizia in sé fa “Poca notizia”, il problema sono i reperti che hanno lasciato in giro.

All’interno dello stabile, chiazze di sangue sul pavimento, l’incarto della siringa nascosto all’interno della cassettina che contiene l’estintore. La siringa non c’era! E’ stata poi ritrovata sporca di sangue a terra sul sovrappasso di via del Macello.

Nelle immagini il momento del fermo di una delle due donne quando i carabinieri la conducono all’esterno del palazzo.



Questa è la realtà di Fontivegge. Quando sono presenti gli agenti della Sogest, il locale è pulito, quando si allontanano i tossicodipendenti e spacciatori ritornano sul luogo a fare ciò che vogliono. Oltre a drogarsi sporcano, lasciando in giro gli scarti delle sostanze che usano.

Poco prima un’altra persona era stata trovata nei sotterranei a drogarsi. E’ uno straniero, anche quest’ultimo beccato dagli agenti della Sogest e fermato dai carabinieri. Nella foto il momento del fermo.


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*