Dalle parole ai fatti, litigano e si lanciano oggetti e vetri rotti

Dalle parole ai fatti, litigano e si lanciano oggetti e vetri rotti

Dalle parole ai fatti, litigano e si lanciano oggetti e vetri rotti

Gli agenti della Polizia di Stato di Perugia sono intervenuti presso un condominio del capoluogo a seguito di segnalazione giunta alla Sala Operativa per una animata lite condominiale. La richiesta di intervento è stata inoltrata da una donna che riferiva di essere in lite con una coppia di condomini.

Intervenuti, gli agenti hanno immediatamente placato gli animi e ristabilito la calma, evitando che la situazione potesse sfuggire di mano e condurre a conseguenze deteriori.

I poliziotti hanno, quindi, preso contatti con i presenti identificandoli ed effettuando gli accertamenti per ricostruire la dinamica. Dal racconto delle parti coinvolte, che hanno fornito versioni discordanti circa le ragioni della contesa e chi l’avesse iniziata, è emerso che i tre condomini, già in lite da diverso tempo e con numerose querele sporte reciprocamente, nelle prime ore della mattina erano di nuovo venuti in contrasto per motivi legati alla condivisione degli spazi comuni dello stabile.

Dalle parole, però, questa volta sono passati ai fatti, accapigliandosi sul pianerottolo: da una parte la coppia di coniugi e dall’altra la donna, si sono affrontati con spintoni ed insulti fino al punto che quest’ultima avrebbe estratto una bomboletta spray urticante, di regolare fabbricazione, colpendo l’uomo.

Per reazione, questi, l’avrebbe colpita con pugni e schiaffi, allontanandosi poi a bordo della propria autovettura.

Colpita al volto, la donna avrebbe iniziato a lanciare dei sassi contro la vettura, infrangendone il parabrezza in più punti e danneggiando anche un’altra auto in sosta. Date le condizioni in cui versava la donna, che perdeva sangue dal naso, gli agenti hanno richiesto l’intervento del personale del 118 per le cure del caso.

Il personale sanitario ha prestato soccorso anche all’uomo, che manifestava i sintomi da contaminazione da sostanza urticante. Riportata la calma e ricevute le cure, gli agenti hanno proceduto a verbalizzare le querele reciproche delle parti, ad effettuare i rilievi del caso ed a formalizzare le testimonianze dei presenti. Tutte le persone coinvolte sono state deferite all’Autorità Giudiziaria per percosse e lesioni; mentre la bomboletta contenente lo spray urticante è stata sottoposta a sequestro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*