Covid, morto Don Giorgio Colajacomo, era stato direttore dell’Istituto Salesiano di Perugia

 
Chiama o scrivi in redazione


Covid, morto Don Giorgio Colajacomo, era stato direttore dell’Istituto Salesiano di Perugia

Covid, morto Don Giorgio Colajacomo, era stato direttore dell’Istituto Salesiano di Perugia

“Una triste notizia – scrive l’assessore regionale Michele Fioroni dopo aver appreso la notizia della scomparsa di Don Giorgio Colajacomo, già direttore dell’Istituto Salesiano di Perugia – . Don Giorgio Colajacomo si arrende al Covid. È spirato giovedì mattina all’ospedale San Paolo di Savona. Era direttore dell’istituto Don Bosco di Alassio. E’ stato colpito dalla malattia pochi giorni dopo il ritorno ad Alassio.

“Ricordo la passione con cui si è occupato fino alla fine di formazione professionale – afferma l’assessore Fioroni – e l’attenzione che ha sempre riposto sul tema della formazione e del lavoro. Si spegne quella che è stata una luce guida per tanti ragazzi del nostro territorio. Ho avuto l’onore di raccogliere in questo anno di delega sul lavoro molti utili suggerimenti di cui sapremo tenere traccia”.

Il sindaco Andrea Romizi e l’Amministrazione comunale esprimono vivo e profondo cordoglio per la scomparsa di Don Giorgio Colajacomo, per anni direttore del Don Bosco di Perugia. Don Giorgio, che negli ultimi anni aveva assunto l’incarico di Direttore dell’Istituto Don Bosco di Alassio, è spirato presso l’ospedale San Paolo di Savona dove era ricoverato da alcuni giorni. Noto per la sua umanità e disponibilità, il direttore Colajacomo lascia un grande vuoto nella comunità salesiana che ha contributo ad arricchire con impegno, passione e dedizione.

“La scomparsa di Don Giorgio Colajacomo è una grave perdita per la città di Perugia, per la comunità religiosa e per la regione Umbria”: lo afferma l’assessore alla cultura ed istruzione della Regione Umbria, Paola Agabiti.  “Già direttore dell’Istituto Salesiano – aggiunge  Agabiti , è stato un riferimento imprescindibile per il mondo della formazione e dell’istruzione, contribuendo alla crescita di intere generazioni di giovani. Ho avuto l’onore e l’opportunità di poter lavorare insieme a Don Giorgio  negli ultimi mesi – conclude l’assessore, nei quali ha fornito un contributo fondamentale alla realizzazione della nuova legge regionale sui centri di formazione professionale aiutando la Regione attraverso la sua forte convinzione nel principio di sussidiarietà”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*