Covid-19, positivo agente polizia locale di Assisi e giocatori del Perugia calcio

 
Chiama o scrivi in redazione


Covid-19, positivo agente polizia locale di Assisi e giocatori del Perugia calcio

Un agente della polizia locale di Assisi è stato contagiato dal Covid 19. E’ tra i 10 casi individuati ieri in Umbria. Il vigile si trovava in ferie da alcuni giorni per cui i contatti con colleghi di lavoro e cittadini sono stati estremamente ridotti. Contagiata anche la figlia. La ASL – riferisce il sindaco Stefania Proietti – ha già individuato, come da protocollo, i soggetti, tra cui un ridottissimo numero di dipendenti comunali, che a scopo precauzionale sono stati sottoposti o da sottoporre a tampone.

Nuovamente il sindaco Stefania Proietti ribadisce e raccomanda estrema prudenza, invita la cittadinanza ad adottare tutte le misure di sicurezza come l’uso della mascherina e il distanziamento. Complessivamente ad Assisi i casi positivi ad oggi sono in totale 6, compreso il dipendente comunale.

Sono dieci – come già detto – i nuovi contagi su 2.251 tamponi effettuati, una persona in meno ricoverata, e 2 guariti al covid in Umbria: uno a Terni e uno a Città di Castello. Gli attualmente positivi aumentano da 273 a 283, aumentano pertanto di 88 le persone in isolamento che da 1.763 passano a 1.803. Una nuova persona contagiata – stando ai numeri attuali, mette in isolamento la media di 8 persone a testa. I ricoverati sono 3 all’ospedale di Perugia, di cui 2 in terapia intensiva e 8 a Terni.

Cinque dei positivi di ieri sono stati scoperti a Bastia Umbra. Sono 15 i casi attivi, la maggior parte con sintomatologia lieve e solo uno più grave, ricoverato in terapia intensiva all’ospedale di Perugia.

Sono risultati positivi anche alcuni giocatori del Perugia Calcio. La squadra oggi doveva cominciare il primo allenamento ma questo scombina tutti i programmi del club. Al momento non si conosce l’identità dei giocatori positivi.

Quindici famiglie sono in isolamento a Bastardo, frazione di Giano dell’Umbria, dove saranno effettuati test rapidi in modalità pit stop, per evitare che il contagio si diffonda altrove.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*