Covid-19: a che punto siamo in Umbria? Lo dice il fisico Gammaitoni

 
Chiama o scrivi in redazione


Covid-19: a che punto siamo in Umbria?

da Luca Gammaitoni
La curva degli attualmente positivi (in rosso, a destra in figura) continua a scendere, e questo è un fatto positivo. La velocità con cui scende, invece, continua a rallentare, come si vede dalle tre frecce che hanno pendenza sempre minore, e questo è un dato che ci dovrebbe indurre a vigilare e a mantenere prudenza, per non compromettere il buon risultato raggiunto fin qui.

Quindi: bene ma attenzione a non abbassare la guardia. La prossima settimana cominceranno a manifestarsi gli effetti delle riaperture e occorrerà grande attenzione per isolare sul nascere gli eventuali focolai (che inevitabilmente ci saranno).

Due realtà sotto la lente d’ingrandimento: Gubbio e Foligno (curve a sinistra in figura).
– Bene Gubbio che, come avevamo auspicato la settimana scorsa, continua la sua fase di discesa veloce (curva nera). Avanti così.
– Meno bene Foligno che negli ultimi 4 giorni ha manifestato un’inattesa fase di iniziale risalita. Occorre intervenire tempestivamente con tracciamenti e isolamenti per non innescare una nuova vera fase di crescita (curva rossa tratteggiata) che, date le dimensioni del comune, potrebbe trascinare anche altre aree della regione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*