Coronavirus, a Milano ci si laurea a distanza, discussione via Skype


Scrivi in redazione

Coronavirus, a Milano ci si laurea a distanza, discussione via Skype

Coronavirus, a Milano ci si laurea a distanza, discussione via Skype

di Morena Zingales
“La situazione non è così drammatica come viene raccontato dai giornali. L’emergenza c’è, ma è più la paura che il resto”. A dirlo è una donna siciliana che vive a Lecco con il marito, ormai da diversi anni e che ha due figli che vivono a Milano città.

“Al di là dei casi che ci sono stati – racconta -, qui a Lecco, a 80 chilometri da Lodi, non avvertiamo nulla. Stiamo bene, non c’è alcuna necessità di tenere tutto chiuso, si vive come sempre con la massima normalità, ma ripeto, la troppa comunicazione a volte mette paura”.

E poi aggiunge: “Mio figlio doveva laurearsi il 5 marzo al Politecnico di Milano, in Ingegneria Meccanica, ma la cerimonia di laurea è stata sospesa, per precauzione di tutti. Si potrà laureasi a distanza e noi andremo a Milano, a casa sua, a seguire la discussione”.

“Potremmo discutere la tesi della durata di 10 minuti direttamente da casa – dice il laureando -, collegati via Skype con la commissione di laurea. Non sappiamo, comunque, ancora di preciso come procederanno”.

Ieri è arrivata la comunicazione da parte del rettore con scritto: “Stiamo operando con l’obiettivo di garantire lo svolgimento dei prossimi esami di laurea e l’inizio delle attività didattiche curricolari se l’emergenza dovesse protrarsi. Confermo che tutti gli esami di laurea previsti per il 4 marzo (Polo di Lecco) e 5 marzo (tutte le sedi) si svolgeranno con modalità a distanza. Abbiamo preso questa decisione per permettere a tutti gli interessati di completare il proprio percorso di studi, consentire l’iscrizione a corsi successivi o l’immediato inizio di esperienze lavorative. Sono consapevole – scrive il rettore nella nota – del valore di una cerimonia formale in presenza, condivisa con i propri cari: per questo motivo vi anticipo che appena possibile l’Ateneo organizzerà un Graduation Day aperto dedicato ai laureati di questa sessione e alle loro famiglie”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*