Coronavirus, io resto a casa, scattati i controlli in Umbria

 
Chiama o scrivi in redazione


Contagio e coronavirus vademecum aggiornato, cosa è vietato e cosa no

Coronavirus, io resto a casa, scattati i controlli in Umbria

I primi controlli delle Forze di polizia, anti contagio Coronavirus, per rispettare le norme del decreto ministeriale sono già scattati in Umbria. Le polizie locali si occuperanno principalmente di controllare il rispetto delle regole nei locali, nei bar, nei ristoranti, nei negozi in genere e nei supermercati e negozi di vicinato. Mentre a polizia stradale, carabinieri, guardia di finanza, spetteranno i controlli su strada.

Questa mattina nei punti più strategici della città controlli a raffica. Alcune auto in circolazione sono state fermate, ai conducenti è stato chiesto il motivo dello spostamento con la richiesta di firmare l’autocertificazione. Si ricorda che si può uscire di casa solo per motivi di lavoro, per l’acquisto di beni di prima necessità (cibo e medicine) e per casi di estrema necessità. Se si sta male si consiglia di rivolgersi al proprio medico telefonicamente o chiamare i numeri di emergenza, senza recarsi in ospedale.

Ieri era si è anche svolto in prefettura l’ennesimo Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal Prefetto Claudio Sgaraglia, con la presenza dell’assessore alla Sanità della Regione, Luca Coletto, del sindaco di Perugia, Andrea Romizi, e del consigliere delegato della Provincia.

Un intensificazione di servizi da parte di tutte le forze di polizia, con il coinvolgimento, coordinato e sinergico, delle polizie municipali, «affinché vengono scrupolosamente osservate tutte le disposizioni».

Il commissario della protezione civile Angelo Borrelli, in una conferenza stampa, ha ribadito che , secondo le norme del dpcm, per “combattere il Coronavirus è indispensabile uscire di casa per lo stretto necessario e che , anche per chi esce a piedi, è necessaria l’autocertificazione che deve essere portata con se”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*