Borghi sicuri, Questura e agenti dell’RPC setacciano Perugia e dintorni

Borghi sicuri, Questura e agenti dell'RPC setacciano il Perugino

Borghi sicuri, Questura e agenti dell’RPC setacciano Perugia e dintorni

Identificate 65 persone e controllati 2 esercizi commerciali e 3 i posti di controllo. E’ il bilancio della attività di controllo del progetto “Borghi sicuri” – voluto dal Questore di Perugia Giuseppe Bellassai – che ha interessato, negli ultimi giorni, il Comune di Perugia, con particolare riferimento alle aree di Colombella, Piccione e Villa Pitignano.

Hanno operato le pattuglie della Questura insieme agli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Umbria – Marche. I controlli sono stati estesi anche alle aree cittadine di maggiore aggregazione sociale come i parchi urbani dove gli equipaggi hanno effettuato altrettanti posti di controllo e ulteriori azioni di prossimità verso i cittadini.

E’ stato rintracciato uno straniero, classe 1974.

Accompagnato in Questura per l’identificazione, è emersa la condizione di irregolarità sul territorio nazionale ed è stato pertanto preso in carico dall’Ufficio Immigrazione. A suo carico è stato emesso il provvedimento prefettizio di espulsione ed è stato notificato l’ordine del Questore di lasciare il territorio nazionale.

 Progetto “Borghi Sicuri”

La capillarità e la prossimità del progetto “Borghi Sicuri”, rimarrà azione salda e costante per l’intera estate che si prospetta ricca di attività di svago e sociali in tutto il territorio della provincia di Perugia dove la Polizia di Stato punta ad un ulteriore abbassamento degli indici di criminalità dalle aree cittadine, dei territori limitrofi e di quelli più periferici della provincia.

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*