Boom di tamponi in Piazzale Europa, tutto bloccato, caos in via dei Filosofi

 
Chiama o scrivi in redazione


Boom di tamponi in Piazzale Europa, tutto bloccato, caos in via dei Filosofi

Tutto bloccato! Anche due pattuglie della polizia locale sono intervenute per dirigere il traffico. Una fila lunghissima che cominciava dalla via Fratelli Pellas, bloccando tutta l’area all’inizio della via dei Filosofi. E’ quanto successo giovedì e venerdì mattina davanti l’ingresso del poliambulatorio Europa. Auto in fila in attesa di fare i tamponi. Nel mezzo anche altri veicoli, che si trovavano a passare dalla lunga strada, sono rimasti bloccati ore attendendo ingresso delle auto interessate nel piazzale dove è stata allestita la postazione della Usl Umbria 1, per il servizio di drive-through. Sono rimasti bloccati anche autobus e altri mezzi di lavoro. Il momento caldo intorno alle 11. Un’operazione che dura, al massimo cinque minuti, ma che ha messo in fila, secondo i dati forniti dalla Asl 1, oltre 400 persone. A Bastia, si apprende dal Messaggero Umbria – sono volati gli schiaffi. È successo in viale Giontella, vicino al palazzo del la salute. Una donna in fila con l’auto ha perso la pazienza e si è scambiata complimenti verbali con un’altra che, in auto, doveva fare il tampone alla figlia.

“Alla luce del numero crescente di tamponi giornalieri (più di 400 in data odierna) – fa sapere una nota dell’azienda sanitaria – effettuati nel punto di drive-through allestito nel parcheggio del Poliambulatorio Europa  e dei conseguenti problemi di viabilità nella zona di via dei Filosofi, la direzione sanitaria della Usl Umbria 1, in accordo con la responsabile del Distretto del Perugino, dottoressa Barbara Blasi, già da alcuni giorni si sta adoperando, in collaborazione con l’amministrazione comunale, per trasferire la postazione in altro spazio adeguato e facilmente raggiungibile dai cittadini. Lo spostamento è ormai divenuto urgente, considerato il notevole aumento di test effettuato in questi giorni, e sono state pertanto accelerate le opportune valutazioni della nuova location che, oltre ad una collocazione logistica strategica, dovrà garantire la massima sicurezza per gli operatori e gli utenti e la possibilità di allestire in tempi rapidi una postazione fissa protetta, una procedura per la rete di trasporto dei campioni, e il trasferimento e il collegamento con le tecnologie informatiche necessarie”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*