Bimbo di un anno ingerisce la droga del padre, era incustodita nel salotto di casa

 
Chiama o scrivi in redazione


Bimbo di un anno ingerisce la droga del padre, era incustodita nel salotto di casa
Foto di RitaE da Pixabay

Bimbo di un anno ingerisce la droga del padre, era incustodita nel salotto di casa

Il loro figlioletto, appena un anno di vita, ingerisce la marijuana lasciata incustodita sul tavolino del salotto di casa. Lesioni personali colpose per non averlo evitato. Sono queste le accuse che la procura di Perugia contesta a due genitori di origine straniera – entrambi poco più che ventenni – ma da anni residenti a Corciano. Lo riporta oggi la Nazione Umbria.

I fatti sono accaduti lo scorso 24 giugno. Il bambino inizia a sentirsi male dopo aver ingerito la droga utilizzata dal padre. Subito la corsa in ospedale per salvargli la vita: viene ricoverato nel reparto di Pediatria e sottoposto a cure mediche appropriate e a lavanda gastrica. Il bambino riesce a salvarsi e viene dimesso. A carico dei genitori scatta l’indagine dell’Anticrimine della Questura di Perugia.

Il pubblico ministero Manuela Comodi – scrive il quotidiano – contesta ad entrambi le lesioni colpose perché, per «imprudenza e negligenza», avrebbero consentito o comunque non avrebbero impedito che il loro figlio minore ingerisse la sostanza stupefacente. I genitori sono indagati in concorso. Il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Perugia ha nominato un curatore speciale per tutelare gli interessi del minore.

Foto di RitaE da Pixabay

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*