Atti osceni in pubblico in piena notte ai Tre Archi a Perugia [Foto]

 
Chiama o scrivi in redazione


Uomo e trans fanno sesso all'aperto in piena notte ai Tre Archi a Perugia

Atti osceni in pubblico in piena notte ai Tre Archi a Perugia [Foto]

“Essere svegliati nel cuore della notte da due individui che arrivano con una gran foga e si mettono a fare i loro comodi sotto casa tua è davvero imbarazzante”. Sono le parole di un residente, della zona dei Tre Archi a Perugia, che la scorsa notte poco dopo le tre, è stato svegliato da due persone che con una gran voglia si sono messi a fare sesso appoggiati al muro della sua casa, in pieno centro storico, a Perugia. “Parlavano a bassa voce – ha detto il residente -,  ma il silenzio della notte mi ha permesso di sentire il loro sfogo, i loro sussurri e gemiti”.

© Protetto da Copyright DMCA

Clicca la foto per ingrandire 

Il perugino che si è rivolto al nostro giornale per denunciare quanto accaduto era preoccupato: “Non era mai capitata una cosa del simile in questo punto della città. Fare del sesso è qualcosa di normale, fa parte della vita, farlo di notte anche, ma farlo in un luogo pubblico, all’aperto appoggiati al muro di un’abitazione è stato a tratti sconvolgente”.

Il nostro lettore ha anche raccontato che i due non erano visibili dall’esterno da altri perché nascosti tra una casa e una jeep, alta circa due metri, parcheggiata lungo la via, quindi l’hanno fatto sicuri che nessuno li vedesse. “Ma – ha anche detto – il loro sfogo, purtroppo, è stato sentito, forse, non solo da me”.

Quando si sono avvicinati, il nostro lettore ha pensato che visto che si parla tanto di droga, “i due si stessero facendo un buco, poi ha realizzato che così non era. “Le parole ‘forti’ esplicitamente sessuali mi hanno fatto capire che si trattava di un incontro hardcore e che il rapporto che si stava consumando era pure senza profilattico (evitiamo di ripetere tutte le parole sconce che si dicevano ndr). Il tutto stava accadendo sotto la finestra di casa mia e io da dentro sentivo tutto.  “te lo le…o e bacio con tutto il p..lo e poi con la c…,” insomma parole e frasi di questo tipo”. L’uomo ci dice anche che non ha avuto il coraggio di affacciarsi, se non a “cose fatte”.

Un po’ sconvolto il perugino ha raccontato questa brutta avventura, ma prima di andare via ha precisato: “Non si trattava di un uomo e di una donna, ma erano due gay, anzi uno era un transessuale, aveva una voce un po’ nasale tipica dei trans, ed entrambi parlavano italiano. Evidentemente non avevano un posto al chiuso dove andare per dar sfogo alle loro voglie, forse non vivranno da soli, o hanno paura di essere scoperti o forse si tratta di semplice prostituzione di strada o di pura trasgressione. Ma che andassero in un parco a farlo, in mezzo alla boscaglia, ma non in una pubblica via del centro, in mezzo alle case e alle macchine e per di più col freddo che è, e che caz…non c’è più ritegno. E qui concludo.”

Il nostro lettore, che ci ha inviato la foto della jeep dietro la quale si è consumato l’osceno atto sessuale, ha detto anche che non se l’è sentita, per tutto il tempo, di affacciarsi alla finestra uscendo, invece, solo a “cose fatte”. In terra fazzolettini e un bicchiere, quasi vuoto, forse di birra.


Quella del sesso in luoghi pubblici sta diventando una vera e propria mania un po’ ovunque. 

E a proposito di questo, lo sapevate che esiste una città in cui è possibile fare sesso in pubblico senza che nessuno si lamenti o vi denunci? Ebbene, sì: questa è Guadalajara, in Messico, dove è consentito consumare rapporti sessuali all’aria aperta a patto che nessuno si lamenti.

“La polizia – riporta il sito news.leonardo.it – potrà intervenire soltanto se qualcuno dovesse protestare e comunque l’atto sarà considerato un semplice reato amministrativo. Non darà luogo a processi. Fonti istituzionali hanno spiegato che gli agenti di polizia sono talmente impegnati nel contrasto del crimine – in Messico ci sono tantissimi problemi ben più gravi – che non ci sarebbe il tempo di perseguire coloro che si appartano in luoghi pubblici perché non possono permettersi di pagare un hotel”.

Ma Guadalajara non è sola, però, anche ad Amsterdam esiste un parco pubblico in cui è permesso fare sesso all’aperto purché non avvenga vicino alle zone dedicate ai bambini. Vietato sporcare l’ambiente e fare troppo rumore.


© UmbriaJournal

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*