Abbandona lo zaino con 6 etti di eroina, arrestato 36enne un anno dopo l’episodio

 
Chiama o scrivi in redazione


Abbandona lo zaino con 6 etti di eroina, arrestato 36enne un anno dopo
Polizia

Abbandona lo zaino con 6 etti di eroina, arrestato 36enne un anno dopo l’episodio

di Bruna Almeida Paroni

Scende dal treno a Bastia Umbra lasciando indietro lo zaino pieno di droga. Un cittadino nigeriano di 36 anni è stato portato in carcere per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Gli Agenti della Squadra Mobile di Perugia e della Polfer di Foligno lo hanno rintracciato e finalmente arrestato, con l’aiuto della Squadra Mobile di Latina.

Il fatto originale risale al luglio scorso su un treno regionale Perugia-Foligno. L’arrestato, per evitare di essere controllato dal capotreno, una volta che non era in possesso del biglietto, avrebbe abbandonato lo zaino nel vagone d’origine e sarebbe sceso alla prima fermata utile della tratta, ovvero, Bastia Umbra.

Gli agenti di Polizia, all’interno dello zaino, hanno trovato due grossi involucri, contenenti quasi 10kg di sostanze stupefacenti, di cui quasi 6 etti di eroina e a circa 3,5 etti di cocaina. I poliziotti, durante la ricerca, hanno reperito un biglietto autobus per la tratta Roma-Ferrara, intestato ad un cittadino nigeriano e sul quale era indicato anche un numero di cellulare.

Gli inquirenti, a partire da queste informazioni, hanno controllato i filmati delle telecamere di videosorveglianza, sia presso la Stazione FS Perugia, sia a bordo del treno. Dalle immagini ottenute, secondo quanto riferito dalla Questura di Perugia, si confermerebbe, appunto, che il cittadino africano, sceso senza zaino alla stazione di Bastia, fosse lo stesso salito a bordo a Fontivegge che portava invece lo zaino incriminato.

Gli investigatori della Squadra Mobile, a seguire, hanno svolto i dovuti approfondimenti tecnici, su delega della Procura della Repubblica di Perugia. Gli controlli ulteriori avrebbero confermato che “l’uomo dello zaino” era il 36enne nigeriano intestatario del biglietto del pullman.

Lo straniero è stato arrestato e inviato al carcere di Frosinone nel pomeriggio del 13 giugno sempre in terre laziali, questa volta però a Latina, quasi un anno dopo la vicenda.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*