A fuoco roulotte a Foligno, scatta reazione Associazione Nazione Rom

A Foligno la situazione per le famiglie di Via Londra, è drammatica: da 7 mesi e mezzo (227 giorni), le autorità Regionali e Locali non hanno mosso un dito

 
Chiama o scrivi in redazione


A fuoco roulotte a Foligno, scatta reazione Associazione Nazione Rom

A fuoco roulotte a Foligno, scatta reazione Associazione Nazione Rom

«Alle 17  la roulotte di Orlando Piani Bindo, è andata a fuoco, all’interno del Campo dei Sinti, in Via Londra, Località Sant’Eraclio Foligno. Immediata la richiesta di soccorso ai Vigili del Fuoco che sono intervenuti per spegnere l’incendio». E’ quanto riportato in una Associazione Nazione Rom. 

«Il mezzo – racconta – ha preso fuoco mentre veniva preparata la cena con un fornellino. Per Rom Sinti Caminanti (RSC) ogni giorno di vita è un autentico dramma».

Secondo quanto riportato, Marcello Zuinisi, legale rappresentante dell’Associazione Nazione Rom (ANR) è stato immediatamente avvisato mentre si trovava all’interno della Stazione Ferroviaria Sm Novella a Firenze, dove stava prendendo un treno per Roma. Domani è convocato incontro con il CESE Comitato Economico Sociale Unione Europea, inerente le condizioni di vita di RSC in Italia.

«Alle ore 18.18 – riferisce la nota – è immediatamente partita una telefonata alla segreteria del Presidente della Regione Umbria Donatella Tesei con “ordine di far partire immediatamente soccorsi di Protezione Civile per le famiglie Sinti di Foligno».

Stando a quanto riportato nel comunicato stampa, la telefonata è stata fatta, “all’altezza del binario 14, in viva voce, davanti ad un agente della Polizia di Stato e due soldati dell’Esercito Italiano, in tenuta mimetica, con mitra incollato nelle braccia“.

«In questi giorni – c’è scritto -, la Guardia di Finanza di Pontassieve (Fi) ha raccolto le denunce di ANR contro Tesei ed il Sindaco Zuccarini Stefano per “omissione di soccorso” delle stesse popolazioni Sinti. L’atto è stato trasmesso alla Procura della Repubblica c/o il Tribunale di Roma, PM Pioletti Alberto, PM Golfieri Letizia, Giudice per le Indagini Preliminari Forleo Maria Clementina».

L’Associazione Nazione Rom, riferisce che «A Foligno la situazione per le famiglie di Via Londra, è drammatica: da 7 mesi e mezzo (227 giorni), le autorità Regionali e Locali non hanno mosso un dito per supportare i cittadini: RSC non hanno beneficiato di alcuna misura di inclusione e protezione, accesso a casa, lavoro, scuola , sanità come previsto, entro il 2020. Il 3 marzo 2020, alle ore 11.30, è convocata c/o il Tribunale di Roma Camera di Consiglio dal Gip Forleo: dovrà decidere sul rinvio a giudizio dei responsabili».


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*