Tiro con l’Arco, gli umbri alla Coppa Italia

Le rappresentative umbre di Tiro con l’Arco hanno partecipato pochi giorni fa a Varese alla Coppa Italia delle Regioni. I risultati ottenuti dalla rappresentativa umbra fanno ben <b>sperare</b> per tutto il movimento regionale del Tiro con l’Arco. Soddisfatto il presidente del Comitato Regionale Umbria Fitarco Paolo Taddei: “E’ evidente che siamo soddisfatti della trasferta varesina in quanto, pure in questa occasione, abbiamo partecipato con una rappresentativa non al completo. Quello che più conta è che la nostra squadra si è presentata sempre negli scontri finali, e nel tiro di campagna con tutta la formazione femminile e con tre componenti la squadra giovanile, due maschi e una femmina”. Per quanto riguarda le medaglie e i piazzamenti la squadra umbra è riuscita ad ottenere un argento maschile con Francesco Sbaraglia, arco olimpico tiro alla targa, due 4° posti (Romana Painelli nell'arco nudo e Luciana Farina nell' arco olimpico) e un 5° posto nel tiro di campagna femminile. “La cosa più importante – afferma Taddei – è la classifica finale per regioni. Fino alle battute finali eravamo all’11esimo posto poi siamo passati al 12esimo, ma siamo soddisfatti ugualmente. Naturalmente con un po’ più di fortuna potevamo avere una classifica migliore; abbiamo infatti sfiorato per un punto la conquista di un’altra medaglia nel tiro di campagna. Grande la soddisfazione degli atleti anche per il fatto che il presidente nazionale della Fitarco si è complimentato con loro, visto che piazzate peggio sono state regioni con rappresentative complete e con più possibilità”. Buoni risultati anche per quanto riguarda la fase nazionale dei Giochi della Gioventù che si è svolta di recente a Vigevano. Pur non al completo la posizione in classifica finale della squadra umbra è stato un dignitoso 16° posto con in evidenza una medaglia di bronzo per Veronica Sabbatini nella categoria ragazze, un 4° posto conquistato da Giammaria Cattozzo e due 6° posti con Michele Morosi e Luca Taragoni nella categoria ragazzi. Il presidente Taddei, pure in questo caso, sottolinea i grandi sforzi per ottenere medaglie e buoni piazzamenti: “Questo è il risultato ottenuto grazie al lavoro costante dei nostri istruttori nelle rispettive associazioni che da anni si impegnano tutte con passione e sacrifici”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*