Il corpo forestale denuncia bracconiere

SPOLETO - Dopo numerosi appostamenti personale del Corpo Forestale dello Stato appartenente al Coordi-namento Distrettuale di Spoleto ed alla Sezione di Polizia Giudiziaria presso la Procura della Repubblica di Spoleto hanno fermato e denunciato all’autorità giudiziaria una persona per esercizio della attività ve-natoria in una zona ed in un periodo di assoluto divieto.<br />L’uomo, Q.M. di Spoleto, è stato sorpreso all’interno della Zona di Ripopolamento e Cattura de-nominata “Caciolfo” (Comune di Spoleto) dopo che lo stesso si era appostato, armato di un fucile da cac-cia, all’interno di un boschetto.<br />La persona fermata in questa occasione non era ancora riuscita ad abbattere selvaggina, comun-que, all’interno dell’appostamento, sono state rinvenute tracce relative a precedenti abbattimenti.<br />Il personale del C.F.S. ha provveduto al sequestro dell’arma e delle munizioni portate dalla perso-na fermata, ed inoltre, autorizzato telefonicamente dal magistrato di turno, ha effettuato la perquisizione dell’abitazione alla ricerca di altri elementi di prova.<br />La zona in cui è stato eseguito il fermo, interamente recintata, è di proprietà di una nota ditta spo-letina; la persona denunciata in passato era stato dipendente della predetta ditta, ma al termine del rappor-to di lavoro aveva conservato illecitamente copia delle chiavi dei cancelli di ingresso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*