Onaosi, iniziano le attività formative per il nuovo Collegio di Merito

Onaosi, iniziano le attività formative per il nuovo Collegio di Merito

Onaosi, iniziano le attività formative per il nuovo Collegio di Merito

La “campanella” che suonerà il 1° ottobre prossimo per i 20 ragazzi ospiti del Centro formativo “La Sapienza Vecchia” dell’ONAOSI (Opera Nazionale Assistenza Orfani de Sanitari italiani) avrà un suono speciale: saranno infatti i primi 20 studenti di quello che sta per diventare il primo collegio di Merito dell’Umbria e, se si fa eccezione per Roma, anche di tutto il Centro Italia.

Martedì prossimo alle 18 avranno ufficialmente inizio le attività formative del Collegio della Sapienza con la lezione del professor Brian A’Hearneconomista del Pembroke College di Oxford che ruoterà attorno al tema della “Conquista del benessere: dalla peste nera alla rivoluzione industriale”. Il giorno dopo, è prevista una seconda sua lezione (“Dalla grande depressione alla grande recessione”).

Siamo più che mai orgogliosi del programma formativo che il Collegio La Sapienza Vecchia offre ai propri giovani ospiti e del percorso intrapreso per diventare Collegio di Merito, che si dovrebbe concludere ufficialmente nei prossimi mesi” spiega il presidente di ONAOSI, Serafino Zucchelli. “Per Statuto, il nostro ente si impegna quotidianamente per offrire un aiuto ai figli dei medici per accrescere la propria istruzione e un successivo sbocco lavorativo. Con questo percorso, vogliamo mettere a disposizione il nostro collegio perugino in favore di tutti gli studenti più meritori. È un ulteriore tassello del nostro impegno nel dare sostanza a un principio spesso dimenticato: l’istruzione e la cultura sono i due soli pilastri sui quali puntare per garantire un futuro prospero al nostro Paese e dotarlo di una classe dirigente in grado di far fronte alle sfide che ci attendono”.

I 20 ragazzi (16 matricole al primo anno e 4 studenti della laurea specialistica) provengono da molte regioni d’Italia, dalla Sicilia fino al Piemonte. A Perugia studieranno le materie più disparate: da medicina e biotecnologie, fino a scienze agroalimentari, relazioni internazionali, lingue e chimica.

Grazie all’ingresso nell’istituendo Collegio di Merito, troveranno un’arma in più per concludere positivamente i propri studi. I 55 collegi di merito attualmente esistenti in Italia (collocati per la maggior parte nelle regioni settentrionali) offrono agli studenti, ammessi per concorso, non solo vitto e alloggio, ma anche un insieme di servizi tesi a favorire il massimo rendimento negli studi (sale di studio, biblioteche. supporti informatici, impianti sportivi, etc.) e un ambiente formativo che promuove lo sviluppo delle loro qualità umane e quindi una formazione integrale ed equilibrata. Questi obiettivi vengono perseguiti tramite l’assistenza di tutor personalizzati e l’offerta di attività culturali e integrative dei corsi accademici e di preparazione alla vita professionale sulla base di un contratto personalizzato tra il Collegio e ogni singolo studente.

L’avvio degli incontri che saranno offerti da ONAOSI agli studenti residenti nel Collegio coincide anche con l’insediamento del nuovo Comitato scientifico della struttura: oltre al professor A’Hearn, ne faranno parte cinque docenti dell’università di Perugia (Carlo Fiorio, Nicola Vincenzo Talesa, Giovanni Pizza, Beniamino Terzo Cenci Goga, Oriana Tabarrini), due dell’Università per Stranieri (Giovanni Paciullo e Laura Coppini), uno dell’università di Roma Tor Vergata (Giovanni Vecchi).

Il Comitato scientifico avrà il compito di costruire il programma extrascolastico che verrà offerto agli studenti del Collegio – spiega Zucchelli – e sarà al loro fianco per la costruzione della propria formazione culturale e professionale”.

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
12 × 5 =