Vittorio Sgarbi by night, il professore in viaggio in Umbria 🔴▶

 
Chiama o scrivi in redazione


Vittorio Sgarbi by night, il professore in viaggio in Umbria

del Direttore
Marcello Migliosi
L’incontro è di quelli piu’ casuali e improbabili che si possono avere. È l’una, o poco più, in un’area di sosta lungo la E45, direzione Terni. Vittorio Sgarbi e Roberta Tancredi – una sua amica – si fermano per ristorarsi e nel bar [Le Querce] diventa subito un momento per socializzare con il professore.

“Sto tornando da Ravenna – dice – siamo andati a vedere il concerto di Riccardo Muti. perla verità – aggiunge – abbiamo visto anche le prove e poi il concerto di questa sera. Gente? Sì, un po’ ce n’era, ovvio sempre secondo le regole dettate”.


IL CONCERTO DI RICCARDO MUTI
Non c’è verso più liberatorio, nell’intera Commedia e in tutta la poesia italiana, di “e quindi uscimmo a riveder le stelle” (Inf., XXXIV, v.139); non c’è forse immagine più colma di speranza che quella della Rocca Brancaleone dove, domenica 21 giugno alle 21.30, Riccardo Muti salirà sul podio per il concerto che apre la 31/a edizione di Ravenna Festival. Accade a Ravenna, che accolse l’esule Dante, nel giorno della Festa della Musica e del solstizio d’estate; la Rocca è sede di concerti sotto le stelle – quindi libertà in sicurezza nella ‘Fase 3′ dell’era Covid-19 – dove Muti inaugurò la prima edizione del Festival nel 1990. “Ritorniamo alla Rocca trent’anni dopo: allora nessuno avrebbe immaginato che ci saremmo trovati a fare un concerto che sembra una specie di miracolo”, ha sottolineato il maestro in un’intervista a Rainews 24. Muti dirigerà la sua Orchestra Giovanile Luigi Cherubini: “Ravenna si è messa in moto con questi splendidi giovani italiani – ha detto ancora -: con le necessarie, doverose cautele facciamo musica. Diventa un atto quasi spregiudicato, perché si tratta di cultura. Naturalmente i ragazzi saranno distanziati l’uno dall’altro, e questo costituisce un’ulteriore difficoltà e quindi un plauso maggiore per questi giovani”.  “Questo concerto vuol dire ritornare alla bellezza, all’armonia, all’educazione, alla musica, alla cultura, che sono il fondamento della nostra patria, del nostro Paese. E’ quella cultura italiana che ci ha reso famosi nel mondo e verso cui noi, nuove generazioni, abbiamo una profonda responsabilità”, ha detto ancora il maestro ribadendo poi che sinfonia “vuol dire suonare insieme e l’orchestra è l’espressione più precisa di cosa deve essere la democrazia”. Quanto all’importanza dell’insegnamento della musica ai ragazzi, il maestro ha evidenziato che “l’afflizione del solfeggio non serve a nulla: insegnare la musica non vuol dire insegnare a suonare uno strumento, ma a muoversi nel mondo dei suoni”.    I musicisti della Cherubini e il soprano Rosa Feola eseguiranno un programma di Skrjabin e Mozart, coronato dalla Sinfonia n.41 ‘Jupiter’. Il concerto, realizzato con il contributo di Eni, è già sold-out, ma sarà in diretta streaming gratuita su ravennafestival.live, in collaborazione con Riccardo Muti Music, e trasmesso da Rai Radio 3 in diretta su Euroradio.    L’apertura del Festival è salutata dalla consegna della targa del Presidente della Repubblica, riconoscimento a un’edizione unica sotto ogni punto di vista, e dall’annuncio della partecipazione al concerto inaugurale della presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, del ministro della Cultura Dario Franceschini e del direttore generale dell’Unesco Audrey Azoulay.
Il programma continua poi fino al 30 luglio con oltre 40 appuntamenti – tra concerti, teatro, danza e incontri – e raggiunge anche Cervia e il Pavaglione di Lugo.

Riccardo Muti e la sua orchestra, da sempre colonne portanti della manifestazione, torneranno poi il 3 luglio per il consueto concerto dell’Amicizia fra i popoli, dedicato quest’anno alla Siria e replicato il 5 a Paestum: assieme all’Orchestra Sinfonica Nazionale Siriana eseguiranno l’Eroica di Beethoven. “Abbiamo musicisti siriani che si uniscono a noi in questa occasione – ha detto ancora il maestro a Rainews – e viene così riconfermato e sottolineato il messaggio di pace e di fratellanza”./Agenzia Nazionale di stampa Associata


E di regole “dettate” parliamo un attimo a fronte del fatto che il professor Cristanti. Il noto virologo dice che: «Chi parla dell’infettività di questo virus non sa quello che dice, perché l’infettività si misura sperimentalmente e sull’uomo non è possibile fare nessun esperimento e non esiste un modello animale. Senza numeri e senza misura non è scienza, sono solo chiacchiere» [il messaggero]…

«Siccome non è possibile fare sperimentazioni di infettività sull’uomo – aggiunge Crisanti –, nessuno sa qual è la dose infettiva di questo virus e non c’è nulla da commentare: non si può commentare con un argomento scientifico una cosa che non è Scienza».

E su questo aggiungiamo che l’Oms si è pronunciata sostenendo che non si deve andare in isolamento dopo 3 giorni senza sintomi. Non servono più due tamponi negativi.

Sgarbi ci sorride su: “Hanno sparato una valanga di cazzate nel corso di questi mesi…”.

Il discorso, tra un selfie e l’altro – pure il nostro – con gli avventori, va di nuovo a finire sulle iniziative culturali che si sono tenute in Umbria negli anni passati e alle quali ha partecipato….le varie mostre, anche ad Assisi…”Ricordo di aver lavorato molto bene – dice – con la Fondazione Cassa di Risparmio [CARIARTEndr] al tempo della presidenza di Carlo Colaiavoco…spero di tornare” – dice infine…saluta tutt e riparte.

Ha, come è noto, una memoria formidabile, ricordava perfettamente di essere stato ospite di una trasmissione diretta e condotta dal sottoscritto, nel 2000, dove si era parlato di prostituzione. Ospiti, insieme a lui, il compianto Don Oreste Benzi [fondatore della comunità Papa Giovanni XXIII] e, l’allora, ministro Katia Bellillo.

Facciamo giusto in templo ad avvisarlo che, andando verso Roma, incontrerà il problema della viabilità nella zona del viadotto Montoro.

Ci scambiamo i numeri e ci diamo l’arrivederci…

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*