Velimna: ieri sera apertura con spettacolo del Judo Gym e del Sakura Judo

Coreografie ginniche e lotta antica ispirate alla cultura etrusca

Velimna: ieri sera apertura con spettacolo del Judo Gym e del Sakura Judo

Si è svolto nell’anfiteatro degli Etruschi al Parco Giuseppe Pascoletti, zona piscina comunale a Ponte San Giovanni, un suggestivo spettacolo di coreografie ginniche e lotta antica ispirato alla cultura etrusca a cura dell’Associazione sportiva JudoGym e del Sakura Judo di Ponte San Giovanni da sempre presenti nei programmi di Velimna.

Un contributo notevole e spettacolare con giovanissimi avvicinatisi alla ginnastica prima di affrontare il judo atletico e partecipare a competizioni nazionali ed europee in il JudoGym e il Sakura hanno riportato sempre notevoli successi a tutti i livelli e in tutte le categorie femminili e maschili.

Le due associazioni sono una bandiera di Ponte San Giovanni, di Perugia e dell’Umbria e contano oltre 200 iscritti: 150 per il JudoGym, oltre cinquanta atleti per il sakura judo Perugia agonistico. Anime delle due associazioni sono Giulia Palmerini e Roberto Sabatini, da oltre quaranta anni impegnato nell’istruire i giovani e portarli a livelli competitivi europei e mondiali con la soddisfazione degli atleti, dei genitori, delle famiglie oltre che della intera comunità di Ponte San Giovanni.

Riconoscimenti istituzionali sono giunti, negli anni, dall’amministrazione comunale e dalla Pro Ponte che sin dalla prima edizione, 19 anni fa, ha inserito nei propri programmi esibizioni ginnastiche e sportive del JudoGym e del Sakura Judo.

Intanto il programma di velimna prosegue con il teatro dialettale con ”Il guerriero, il furfante e il carro d’oro”(ovvero la leggenda della biga di Monteleone) con la compagnia Teatrodicolle.

Poi sabato 4 settembre arrivano i gruppi storici romani per allestire accampamenti vicino a quelli degli etruschi e dar vita a scene familiari e spettacolari combattimenti di guerra. Iniziative per bambini, mercato antiquario, visite guidare e corteo storico con figuranti in splendidi costumi romani ed etruschi oltre alle “macchine” e le scenografie ideate dal regista Boccacci.

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*