Teatro Secci di Terni, in scena lo spettacolo Rimini 

Teatro Secci di Terni, in scena lo spettacolo Rimini 

Teatro Secci di Terni, in scena lo spettacolo Rimini 

Martedì 21 e mercoledì 22 febbraio alle 20.45

Teatro – Perché Rimini è il simbolo della vacanza che va bene per tutti? Il Gruppo RMN, martedì 21 e mercoledì 22 febbraio alle 20.45 al Teatro Secci di Terni, porta in scena lo spettacolo Rimini e ci accompagna alla scoperta di luci e ombre, stereotipi, tradizioni e contraddizioni della città romagnola. Finalista premio In-Box 2022, l’opera è da un’idea di Giulia Quadrelli e vede in scena Leonardo Bianconi, Luisa Borini, Leo Merati, Giulia Quadrelli, Chiara Sarcona.

Un filosofo del divertimento che cavalca il giorno e la notte vendendo sogni, un’operatrice balneare alle prese con i problemi del suo stabilimento, una cameriera che fa la stagione a Rimini nello stesso albergo da cinque anni e un’influencer a caccia dell’ultima tendenza. Questi i personaggi con cui si trova a dialogare un giornalista arrivato in Riviera spinto dalla domanda: che cos’ha Rimini? Perché questo luogo e non un altro è diventato nell’immaginario nazionalpopolare italiano – ma anche all’estero – il simbolo della vacanza e del divertimento che va bene per tutti? 

Dall’intreccio delle loro risposte, in una specie di intervista continua e ininterrotta, prende forma il racconto caleidoscopico di quella metropoli balneare che è la Riviera Romagnola. Attraverso l’obiettivo silenzioso della sua macchina fotografica, infatti, il protagonista dello spettacolo trascina il pubblico alla scoperta di una realtà dove luci e ombre, stereotipi e fantasmi, tradizioni e contraddizioni si trovano a convivere sotto quel velo di spensieratezza felliniana per cui è conosciuta in tutto il mondo. Ma proprio a partire dalle specificità di questa città così unica e dalle storie che la abitano, Rimini si rivelerà essere una potente lente di ingrandimento – o una specie di “Italia in miniatura“, per dirla con il nome del primo parco tematico nato nel 1970 in questa terra di visionari – per osservare la nostra cultura nel suo complesso e più in generale il tempo che stiamo vivendo, sotto la guida di un prezioso compagno di viaggio: Pier Vittorio Tondelli.

INFO E BIGLIETTI

È possibile prenotare telefonicamente al Botteghino Telefonico Regionale del Teatro Stabile dell’Umbria 075 57542222, dal lunedì al sabato dalle 17 alle 20. 

Acquisto online sul sito www.teatrostabile.umbria.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*