Teatro Cucinelli di Solomeo, un ricco calendario di appuntamenti, ecco quali

Teatro Solomeo, un ricco calendario di appuntamento, ecco quali

Teatro Cucinelli di Solomeo, un ricco calendario di appuntamenti, ecco quali Un ricco programma di appuntamenti quello che il Teatro Stabile dell’Umbria ha messo a punto al Teatro Cucinelli di Solomeo. Il calendario si aprirà il 23 ottobre (e replica mercoledì 24) con The Prisoner di Marie-Hélène Estienne e Peter Brook. «Questo teatro ha un’identità molto forte – ha sottolineato il direttore del TSU Nino Marino – e ormai ha ospitato centinaia di artisti. Con molti c’è un rapporto molto stretto e questo è il momento di raccogliere ciò che si è seminato».

Grande attesa per l’arrivo di Ralph Fiennes che lo scorso anno aveva dovuto rimandare lo spettacolo a Solomeo a causa dei suoi numerosi e improrogabili impegni cinematografici. In una data ancora da definire il talentuoso artista presenterà, in esclusiva per il teatro Cucinelli, un suo lavoro realizzato per l’occasione.

Altro ritorno sarà quello di Antonio Latella, il 10 novembre, con l’Aminta di Tasso; dramma pastorale che racconta le vicende del pastore Aminta e del suo amore per la ninfa Silvia. Seguirà un altro spettacolo ugualmente dedicato all’amore, ovvero la versione teatrale de La Guerra dei Roses che vedrà in scena Ambra Angiolini e Matteo Cremon (27 novembre).

Una commedia straordinaria, raffinata e caotica, comica e crudele, ridicola e folle, scritta nel 1981 e otto anni più tardi diventata un grandissimo successo cinematografico per la regìa di Danny De Vito e l’interpretazione di Michael Douglas e Kathleen Turner. La storia narra della lenta e terribile separazione tra i coniugi Rose, lui ricco e ambizioso uomo d’affari, lei moglie obbediente che lo ha accompagnato nella sua brillante ascesa con amore e stima profonda. Questa atmosfera di sincera passione a un tratto si rompe, si infrange contro lo scoglio della mancata realizzazione professionale.
di lei.

A dicembre il primo, importante, appuntamento con la danza: giovedì 13 il Gala di Stelle organizzato in collaborazione con il Ministero della cultura russo porterà a Solomeo sette coppie di danzatori pluripremiati che arriveranno dai principali teatri della Russia, per due ore di spettacolo con brani classici e alcuni decisamente rari da vedere in Italia. Danza anche l’11 gennaio con La Morte e la Fanciulla di Michele Abbondanza e Antonella Bertoni, su musiche di Schubert.

Il 16 febbraio l’atteso omaggio a Maria Callas per la regia di Stefania Bonfadelli. Un ricordo della divina Callas a quarant’anni dalla morte: in Master Class, Terrence McNally ripercorre la vita, l’arte, l’ascesa e il graduale distacco dal mondo della grande soprano. La pièce vede protagonista Mascia Musy, attrice intensa e raffinata capace di dar voce alla complessa personalità di un’artista dalle mille sfaccettature, al suo carisma e ai toni amari del declino di una carriera inimitabile. Tornerà anche Alessandro Serra con uno spettacolo per adulti e bambini che ha già vinto molti premi, Il Principe Mezzanotte, in programma il 22 e 23 febbraio.

Imperdibile l’appuntamento con Isabella Rossellini e il suo Link Link Circus, che inizierà il tour proprio da Solomeo il 2 e 3 marzo. A chiudere, il 5 aprile lo spettacolo Di Forme Mutate in Corpi Nuovi proposto dalla Compagnia di San Patrignano: con una nuova creazione ispirata al poema di Ovidio.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*