Presentato il nuovo spettacolo dell’Accademia dei Riuniti

conferenza stampa teatro(UJ.com3.0) UMBERTIDE – E’ stata presentata questa mattina la nuova produzione dell’Accademia dei Riuniti, lo spettacolo “Benvenuti in casa Gori”. Erano presenti il sindaco f.f. Marco Locchi, l’assessore alla Cultura Stefania Bagnini, il direttore artistico del Teatro dei Riuniti Achille Roselletti e il presidente dell’Accademia dei Riuniti Luciano Bettucci.

 

Lo spettacolo verrà messo in scena domenica 19 e martedì 21 maggio alle ore 21,15 al Teatro dei Riuniti; alla seconda serata sarà presente in sala anche Alessandro Benvenuti, attore, scrittore, sceneggiatore e regista, autore del testo da cui è stato tratto “Benvenuti in casa Gori” che riceverà dall’Accademia dei Riuniti un riconoscimento speciale mentre la sera successiva, mercoledì 22 maggio, salirà lui stesso sul palco per presentare il suo ultimo spettacolo, “Comici fatti di sangue”.

 

“Benvenuti in casa Gori” è infatti un riadattamento del testo di Alessandro Benvenuti e Ugo Chiti che il regista Achille Roselletti ha condito, è proprio il caso di dirlo, con elementi tipicamente locali, dal momento che lo spettacolo si aprirà con la preparazione dei cappelletti in brodo, tradizionale piatto da consumare in famiglia durante le festività natalizie.

 

“Per la prima volta uno spettacolo tipicamente fiorentino viene portato fuori dalla Toscana – ha spiegato Roselletti – Ho voluto riadattare il testo alle nostre tradizioni, cercando di ricostruire l’atmosfera dei tempi passati attraverso il profumo dei cappelletti, quelli di vent’anni fa quando era consuetudine ritrovarsi tutti insieme per la preparazione di questo gustoso piatto”.

 

“Benvenuti in casa Gori” è ambientato nel 1986: è il giorno di Natale, la tavola è apparecchiata, le famiglie si riuniscono, i cappelletti sono pronti. Prima tocca agli auguri e ai saluti più o meno forzati, poi, a poco a poco, vengono a galla le incrinature presenti all’interno di ogni famiglia fino a che i dieci membri finiscono per azzuffarsi tra un crostino e un tortellino in brodo.

 

Lo spettacolo chiude la stagione 2013 della rassegna di teatro amatoriale “Teatro aperto” che quest’anno ha visto un aumento degli abbonamenti e dei biglietti staccati di circa il 20%.

 

“Ci fa particolarmente piacere sapere che in un momento di difficoltà l’affluenza a teatro sia aumentata – ha dichiarato il sindaco Locchi – segno della valenza degli spettacoli proposti che hanno saputo riscontrare l’interesse del pubblico”.

 

Mercoledì 22 maggio sarà poi la volta dello spettacolo di Benvenuti, “Comici fatti di sangue”, cinque monologhi intrisi di humour nero, esempi di dolorosa comicità, perché, come dice Benvenuti “il dolore è l’unico ingrediente necessario perché il riso sia portatore di verità masticate dal cuore”.

 

Informazioni e prenotazioni presso il botteghino del teatro a partire da venerdì 17 maggio dalle ore 17 alle ore 19.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*