NARNI, TEATRO GIUSEPPE MANINI: STAGIONE DI PROSA E DANZA 2013/2014

La leggenda Orsini
La leggenda Orsini
La leggenda Orsini

(umbriajurnal.com) NARNI – Dopo il successo ottenuto lo scorso anno, riparte la Stagione di prosa e danza del Teatro Giuseppe Manini di Narni. “Nonostante il periodo di forti difficoltà che sta vivendo il nostro paese da cui il settore culturale ne esce fortemente penalizzato – dichiara l’Assessore alla Cultura del Comune di Narni Gianni Giombolini – l’amministrazione comunale in stretta collaborazione con il Teatro Stabile dell’Umbria, mette in campo tutte le risorse disponibili per offrire alla città una Stagione di Prosa che mantiene intatto sia il numero degli spettacoli che i prezzi degli abbonamenti e dei biglietti.

Siamo persuasi di aver prodotto anche quest’anno un’ offerta culturale di prestigio e di indubbia qualità, con nomi di autori, registi e interpreti tra i maggiori nel panorama teatrale. Siamo fiduciosi nella risposta del pubblico che ci segue da molti anni e che attende sempre con grande aspettativa e curiosità l’uscita del Cartellone.”

Martedì 29 ottobre, l’inaugurazione è affidata al bellissimo ed emozionante progetto teatrale sul femminicidio di Serena Dandini Ferite a morte. I testi attingono dalla cronaca e dalle indagini giornalistiche per dare voce alle donne che hanno perso la vita per mano di un marito, un compagno, un amante o un “ex”. Sul palco, a interpretare le vittime, quattro protagoniste della scena italiana, Lella Costa, Giorgia Cardaci, Orsetta de Rossi, Rita Pelusio, danno vita a uno spettacolo teatrale drammatico, ma giocato su un linguaggio leggero, dai toni ironici e grotteschi.

Sabato 16 (alle 21) e domenica 17 novembre (alle 17) due repliche per la commedia più famosa di Eduardo De Filippo Natale in casa Cupiello, straordinario interprete, Fausto Russo Alesi che nel dare vita a tutti i personaggi ci restituisce la bellezza, divertente e tragica, di quello che è definito dallo stesso Alesi come un “meraviglioso spartito musicale, vibrante veicolo di comunicazione, profondità e poesia.”.

Martedì 26 novembre, unica data in Umbria in questa Stagione di The Country, l’enigmatica e affascinante commedia di Martin Crimp, prodotta dal Teatro Stabile dell’Umbria. Nei panni dei protagonisti, Laura Morante, raffinata e apprezzata artista capace di affrontare con particolare sensibilità ruoli intensi e Gigio Alberti, versatile e affermato attore molto amato dal pubblico. Lo spettacolo è diretto da uno dei nostri registi più noti e apprezzati, Roberto Andò che ha recentemente portato sullo schermo il suo romanzo vincitore del premio Campiello, Viva la libertà, a sua volta vincitore di 2 David di Donatello.

Giovedì 5 dicembre va in scena il capolavoro di Ibsen Hedda Gabler. Manuela Mandracchia, uno dei nomi di spicco del mondo teatrale italiano, riveste con sensibilità e profondità questo difficile ruolo, moderno e affascinante così come il regista Antonio Calenda lo ha immaginato. Accanto a lei un cast di rara qualità, capeggiato da Luciano Roman.

Grazie agli entusiastici consensi e la calorosa accoglienza ricevuti lo scorso anno in occasione della messinscena de La leggenda del grande inquisitore Umberto Orsini ha scelto di allestire e presentare in anteprima nazionale il suo nuovo spettacolo Il Giuoco delle parti al Teatro Manini, con un’unica data in Umbria, martedì 4 febbraio. Scritta nel 1918, la commedia è considerata oggi una delle espressioni più belle e mature della produzione di Pirandello. Giovedì 27 febbraio una proposta fuori abbonamento, 1Principe liberamente ispirato ad “Amleto” di William Shakespeare, con la drammaturgia e la regia di Massimiliano Burini che spiega “abbiamo scelto di sviluppare una drammaturgia che mettesse in evidenza dell’opera shakespeariana la caduta di una stato, il marciume della società, l’avidità e la perdita di responsabilità.”

Venerdì 7 marzo, in esclusiva regionale, Mauro Astolfi, considerato uno dei coreografi italiani più rappresentativi della scena europea, presenta Carmina Burana, spettacolo campione di incassi per tre stagioni consecutive. Potendo contare su un gruppo di danzatori straordinari elabora una coreografia di movimento continuo, carica di tensione e di plasticità, con una forza di raro impatto visivo.

Mercoledì 9 aprile chiusura di Stagione da non perdere, per la prima volta sul palcoscenico di Narni Filippo Timi con il suo nuovo attesissimo spettacolo, Skianto. Dopo il successo del bellissimo Il Don Giovanni, che la scorsa Stagione ha entusiasmato il pubblico conquistando applausi scroscianti, recensioni esaltanti, risate, ovazioni, il Teatro Stabile dell’Umbria continua a scommettere su questo geniale uomo di teatro di eccezionale talento.

La Campagna Abbonamenti inizia lunedì 7 ottobre con la prelazione presso l’Ufficio Cultura del Teatro Comunale, tel. 0744.726362, cell. 329.2506720.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*