MAGIONE, TEATRO MENGONI, A NATALE REGALA EMOZIONI…REGALA UNO SPETTACOLO

A Natale regala Teatro
A Natale regala Teatro
A Natale regala Teatro

(umbriajournal.com) MAGIONE – In occasione delle festività natalizie il teatro Mengoni di Magione offre l’occasione di fare un regalo ricco di emozioni, uno o più spettacoli della Stagione di prosa e danza a partire da dieci euro. I biglietti possono essere acquistati presso  la biblioteca comunale, corso Marchesi, il martedì, giovedì e sabato dalle 10 alle 12; dal lunedì al venredì dalle 15 alle 19. Informazioni: 075. 841983, 338 7005659.

Date e spettacoli proposti:

10 gennaio “Sik Sik, l’Artefice Magico” commedia in atto unico, di grande successo, scritta nel 1929 da Eduardo De Filippo, parodia dell’eterna inadeguatezza dell’uomo ai tempi in cui vive, con Benedetto Casillo, Roberto Del Gaudio, Marco Manchisi, Aida Talliente e la regia di Pierpaolo Sepe.

17 gennaio “La Fine del Mondo”, una commedia divertentissima e folle sulla pazzia del genere umano, in cui i Pianeti del Sistema Solare cercano di capire come fare ad allontanare gli uomini dalla Terra che stanno devastando. Scritta da Jura Soyfer con Giulia Aiazzi, Luisa Bosi, Matteo Cecchini, Simone Martini, Alessio Martinoli, Ciro Masella con la  regia di Ciro Masella.

31 gennaio sul palco le magiche atmosfere fiabesche di “Cappuccetto Rosso”, balletto a due, che rivisita liberamente la celebre fiaba, rendendosi adatto a grandi e ai più piccoli. L’ideazione, la coreografia, la regia e i testi sono di Laura Corradi, creato con Midori Watanabe, Carmelo Scarcella musiche originali Fabio Basile.

11 febbraio “L’Invenzione della Solitudine”, riflessione drammatica su cosa significhi essere figli e genitori allo stesso tempo, immedesimandosi nell’altro non per reale volontà, ma per ineluttabile trascorrere del tempo e casualità del destino. Spettacolo di Paul Auster, drammaturgia e regia Giorgio Gallione, con Giuseppe Battiston.

21 febbraio Serata di balletto con il con “Trittico”, coreografie di Mauro Astolfi, che dirige il corpo di ballo, da lui fondato, “Spellbound”, compagnia che rappresenta da circa venti anni una delle identità più interessanti della danza italiana.

28 febbraio “Calda Diva – concerto comico su vizi e virtù del canto” ideato, scritto, diretto e interpretato da Gabriella Zanchi, attrice soprano, con l’attrice pianista Leonora Baldelliuna, duetto che coinvolgerà il pubblico in uno stravagante e divertente recital, destreggiandosi mirabilmente tra un’aulica interpretazione musicale, doppi sensi comici e battute di spirito, dando vita a uno spettacolo provocatorio, ma garbato.

15 marzo, spettacolo conclusivo della stagione, “Ieri, l’altro ieri. Diario del tempo”, nuova produzione del teatro stabile dell’Umbria di e con Lucia Calamaro, artista tra le più interessanti esponenti della drammaturgia italiana contemporanea, recentemente premiata al “Premio Franco Enriquez” come miglior autrice, interprete e regista. In scena anche Daniela Piperno, Roberto Rustioni e Federica Santoro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*