Al Teatro Morlacchi di Perugia sabato e domenica Romeo y Julieta Tango

Al Teatro Morlacchi di Perugia sabato e domenica Romeo y Julieta Tango

di Martina Rastelli
Al Teatro Morlacchi di Perugia sabato e domenica Romeo y Julieta Tango, uno spettacolo di danza di grande richiamo.
Luciano Padovani, coreografo di numerose creazioni di tango e danza, che ha portato sold out in vari teatri, vince una nuova scommessa al Teatro Morlacchi.

Romeo y Julieta Tango racconta il dramma shakespeariano con una seducente colonna sonora e con il il linguaggio della danza e del tango che vede come protagonisti danzatori e tangueros argentini.

Padovani descrive la danza come “un naturalislabor: un ‘lavoro’ del corpo, paziente e necessario, quotidiano e faticoso, caratterizzante e costruttivo; ‘naturale’ come un gesto, come il corpo che lo produce, come l’occhio che lo vede, come il tempo che lo consuma… insieme condizione dell’artista e funzione sociale, ricerca di semplicità e di immediatezza.”

LEGGI ANCHE: Ascanio Celestini al Teatro Morlacchi di Perugia, dal 9 all’11 gennaio

Biglietti

La prevendita dei biglietti viene effettuata, dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 13, presso l’Agenzia n°2 dell’Unicredit, Via Mario Angeloni 80, tel. 393/9139922 e al botteghino del teatro Morlacchi, 0755722555, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20, il sabato dalle 17 alle 20.

Si può prenotare telefonicamente, al Botteghino Telefonico Regionale del Teatro Stabile dell’Umbria 075/57542222, tutti i giorni feriali, dalle 16 alle 20. I biglietti prenotati vanno ritirati mezz’ora prima dello spettacolo, altrimenti vengono rimessi in vendita.

E’ possibile acquistare i biglietti anche on-line sul sito del Teatro Stabile dell’Umbria www.teatrostabile.umbria.it e presso il Piccadilly Box Office di Collestrada.

CompagniaNaturalisLabor

Luciano Padovani insieme a Francesca Mosele crea nel 1988 la compagniaNaturalisLabor, portatrice di molti cambiamenti dalla sua nascita ad oggi.
Con il tempo, all’interno della compagnia è maturata la necessità di creare e si sono sviluppati nuovi interstizi mentali e reali. Gli oggetti iniziano a danzare, e le scene diventato testo drammaturgo.
Il lavoro oggi si sviluppa su tre principali coordinate: la danza contemporanea/teatro danza, la danza nei luoghi e il tango. Tre mondi diversi eppure così vicini, per cui lavorano coreografi complici tra di loro.

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
40 ⁄ 20 =