Spoleto Festival Art Expò 2013, grande affluenza di visitatori e ospiti d’eccezione

stand nel chiostro di San nicolò(umbriajournal.com) SPOLETO – Successo dello Spoleto Festival Art Expò 2013: ieri pomeriggio grande affluenza di visitatori e ospiti d’eccezione per l’inaugurazione della kermesse artistica che prosegue per tutto il weekend fino a lunedì 30 settembre al Complesso monumentale di San Nicolò e nelle altre sedi distaccate del centro storico di Spoleto (Pg). Tra le presenze istituzionali anche il sindaco Daniele Benedetti, il presidente dello Spoleto Festival Art, Luca Filipponi, ed il direttore artistico Giammarco Puntelli.

Più di 30 le nazioni rappresentate e più di 2000 gli artisti che partecipano ai quattro giorni della manifestazione con attività culturali ed editoriali. Tra questi, esponenti di movimenti e rappresentanti del mondo dell’arte di scuole europee, cinesi e americane. Particolarmente apprezzate dal pubblico le mostre dei Maestri del ’900 italiano: l’antologica di Franz Borghese (Roma, 1941 – 2005) promossa da Officina Arte e Tessuti di Giuseppina Caldarola, il cui catalogo si avvale di una introduzione di Magdi Cristiano Allam (Commissione turismo e cultura del Parlamento Europeo), e quella dedicata alle opere di Salvo Lombardo (Agrigento, 1948).

Franz Borghese nasce a Roma il 21 gennaio 1941. Compie i suoi studi presso l’Accademia di Belle Arti e Liceo Artistico di Roma, con Domenico Purificato, Giuseppe Capogrossi, U. Maganzini e Giulio Turcato. Nel 1964 fonda la rivista d’arte e cultura “Il ferro di cavallo”. Dalla metà degli anni Sessanta è lucido e ironico narratore delle consuetudini e delle alienazioni della borghesia cittadina, che fissa in stereotipi grotteschi, apparentemente aderenti all’Espressionismo ideologico dei tedeschi George Grosz e Otto Dix, ma in realtà immersi in una vivace e ambigua vena fantastico-favolistica. Le sue prime personali: nel 1968 alla Galleria “N.F.1” di Roma; nel 1969 ed il 1971 alla Galleria “Il Calibro” a Roma; nel 1970 alla Galleria “Il Rombo a Catanzaro; nel 1980 espone alla “Citybank di Torino; nel 1981 alla Galleria “Il Cannocchiale” di Milano. Nel 1983 personali alla galleria Forni di Bologna e alla Soufer Gallery di New York; nel 1989 Personale con la Selfart di Roma al Biaf di Barcellona e Personale al Gianicolo di Perugia. Nel 1991 Personali alla galleria Bastien-Art di Bruxelles e alla galleria Gioacchini di Ancona.Si susseguono numerose personali in Italia e all’ estero, nel 2005 espone con una Personale a Vilnius in Lituania, gli viene dedicata una mostra Antologica al Palazzo Venezia di Roma; il 16 dicembre del 2005 muore improvvisamente a Roma.

Tra le altre mostre, al Complesso di San Nicolò, anche un’esposizione riservata alle stampe d’epoca di Giovan Battista Piranesi (Mogliano Veneto, 1720 – Roma, 1778) organizzate da Arte Pan di Terni, Associazione Montemarte.

Inoltre, di notevole interesse, quella dedicata a Sandro Trotti e ai pittori marchigiani. Diversi gli artisti umbri, tra questi Sergio Bizzarri con sculture inedite degli anni ’50 e Massimo Bigioni con un gruppo di artisti selezionati al Festival della Pace. Quattro mostre antologiche esterne sono poi proposte presso alcuni spazi e residenze del centro storico a cominciare dalla Chiesa della Manna D’Oro (Piazza del Duomo) in cui espone il milanese Davide Foschi, nella Sala Orafi (Via Saffi) in cui sono in mostra le opere della brindisina Maria Conserva, a Palazzo Leti Sansi (Via Arco di Druso) dove ha il suo spazio la romana Alba Gonzales. Altre opere di Paola Biadetti sono invece proposte al pubblico all’Hotel Clitunno, mentre all’Hotel Cavaliere uno spazio particolare è dedicato a Silvio Craia. Per finire, all’Ospedale San Matteo degli Infermi è esposta una selezione del Premio Spoleto Festival Art e a Palazzo Laurenti (via Salara Vecchia) una collettiva con opere di Mark Kostabi (Los Angeles, 1960) e Riccardo Licata (Torino, 1929) a cura di Giammarco Puntelli.

Il manifesto dello Spoleto Festival Art 2013 è opera dell’artista triestino Roberto Tigelli. La mostra mercato è patrocinata dalla Comunità Europea, dalla Regione dell’Umbria e dal Comune di Spoleto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*