La Sagra del Cinema al via con Mimmo Calopresti nel segno della Calabria, sullo schermo e in tavola

mimmo-calopresti(umbriajournal.com) PERUGIA – Prenderà il via con una giornata dedicata alla Calabria, sullo schermo e in tavola, la seconda edizione della “Sagra del Cinema”, kermesse cinegastronomica in programma da martedì 10 a domenica 15 giugno presso l’area della Torre medievale di Pretola. Ospite dell’incontro inaugurale, martedì 10 giugno alle 19.30, sarà infatti il regista calabrese Mimmo Calopresti, che verrà intervistato dal giornalista, critico cinematografico, autore e conduttore del programma di Radio 3 Rai Hollywood Party Alberto Crespi (l’evento è organizzato in collaborazione con la CGIL dell’Umbria). In serata, ad ingresso gratuito, verrà proiettato il più recente cortometraggio di Calopresti (“Equilibri precari”) e, a seguire, il suo film del 2000 “Preferisco il rumore del mare”. Ma Sagra del Cinema vuol dire anche menù a tema cinematografico, proposti dallo staff delle cuoche dell’associazione Per Pretola: martedì sera, accanto ai tradizionali piatti umbri, sarà così possibile gustare uno speciale menù calabrese “Magna Calabria”, ispirato e dedicato al protagonista del film. La Sagra del Cinema proseguirà poi fino a domenica con proiezioni ad ingresso gratuito, menù a tema cinematografico, incontri con i registi e tanti eventi collaterali, dal gioco del cinema al gioco dell’illusione (riproposizione fedele di uno spettacolo visivo di fine ‘800 con strumentazione originale d’epoca, che verrà proposto anche nella giornata di martedì 10 giugno, alle 19.30 dentro la Torre medievale), dalle camminate tra i vecchi sentieri agli eventi speciali, come la proiezione della partita Italia-Inghilterra e il “Merendone del Trasimeno”, in programma domenica 15 giugno a pranzo.

La seconda edizione della kermesse, dal titolo “Nel blu dipinto di blu”, vuole celebrare lo slancio e la speranza del momento in cui si decide di spiccare il volo, l’attimo esatto del tiro in porta, per usare una metafora calcistica nell’anno del Mondiale, in cui sono condensate tutte le aspettative di successo e di gioia. Nel blu dipinto di blu vuol dire le braccia aperte di Domenico Modugno – è il Sanremo del 1958 – che sulle macerie fisiche e morali ancora tiepide di un Paese che si sta ricostruendo canta la sua ode alla vita che rinasce. Gli occhi pieni di domani migliori di chi lascia tutto e cerca di costruirsi un’esistenza a misura dei propri sogni. Di là dal mare, reale o simbolico, che separa le vite di ognuno dai propri desideri.

Patrocinata dalla Regione Umbria, dal Comune di Perugia, dalla Fondazione Perugia 2019 con i luoghi di Francesco d’Assisi, la kermesse cinegastronomica è ideata e organizzata da MenteGlocale, associazione perugina di promozione sociale, in collaborazione con l’associazione Per Pretola e vede coinvolti attivamente diversi soggetti, privati e associativi, del territorio cittadino, regionale ed extraregionale. Dall’Ecomuseo del fiume e della torre (che organizzerà in quei giorni delle camminate tra le bellezze dell’area del Tevere) al progetto dell’Archivio della memoria condivisa di Perugia al Museo del gioco e del giocattolo. Ancora, il festival Le vie del cinema di Narni, il circolo la LaAV di Perugia – letture ad alta voce, i Vitelloni cineforum e le tante aziende umbre, fornitrici e sostenitrici.

www.sagradelcinema.it – www.facebook.com/SDCinema

Commenta per primo

Rispondi