Perugia: Rockin’Umbria e Arezzo Wave, insieme per una serata live all’insegna del rock!

2746f6a77c072e8fffb7ccc5c2abba1357fc3991(umbriajournal.com) PERUGIA – Quella di venerdì 28 giugno sarà una serata particolare per la musica rock dello stivale. Partendo dal concerto dei Fast Animals And Slow Kids, la più importante band umbra di oggi e che ha iniziato la sua avventura cominciando da Rockin’Umbria e come protagonista all’interno della scena musicale italiana dopo aver vinto nel 2010 il contest Arezzo Wave Band, nasce una collaborazione molto interessante proprio tra Rockin’Umbria e Arezzo Wave.

Con questo live e sul palco dei suggestivi Giardini del Frontone di Perugia (inizio previsto alle ore 21 e ad ingresso gratuito) prenderà dunque corpo un’intesa che comunque arriva da molto lontano. Sono infatti ottimi da sempre i rapporti tra i patron Sergio Piazzoli e Mauro Valenti, ideatori di due manifestazioni (Rockin’Umbria, sospeso per alcuni anni, può vantare ad oggi 22 edizioni edizioni, mentre quella di quest’anno di Arezzo Wave è la 27esima) che dagli anni ’80 ed ognuna con le sue caratteristiche hanno segnato e fatto scuola nell’ambito dei festival rock italiani. Insomma, entrambi festival con affinità comuni, dal passato glorioso (sarebbe lungo elencare la lista dei nomi di livello nazionale e internazionale passati sui palchi delle due kermesse) e ancora oggi dalla forte identità artistica e culturale.

Un concerto-evento che nasce dalla volontà delle istituzioni locali – Regione Umbria e Comune di Perugia – di sancire una storica collaborazione tra festival: è l’inizio di un sodalizio che si preannuncia fruttuoso.

Rockin’Umbria nel 1984 è stato uno dei primi e più innovativi festival rock italiani, con Perugia e Umbertide sedi storiche, e che ha cercato da allora di crearsi un’identità nel segno di progetti ispirati alla promozione delle nuove tendenze della cultura musicale contemporanea e giovanile in Italia. Ancora oggi ripropone gli stimoli più interessanti della scena attuale, puntando sempre alla valorizzazione di tutto il patrimonio “underground”, ben oltre la canonica definizione di rock. Quest’anno però Rockin’Umbria non si farà, salta dunque l’edizione 2013 perché la congiuntura economica e le casse vuote degli enti locali non permettono la sua organizzazione.

Arezzo Wave, tra i festival italiani, è quello più conosciuto all’estero, riuscendo ad imporsi tra i massimi eventi europei di musica e culture giovanili. Oltre, naturalmente, ad organizzare il più prestigioso contest italiano per band emergenti che individua ogni anno le migliori promesse musicali del Paese.

L’evento perugino è anche un’anteprima fuori sede di Arezzo Wave, con il “love festival” che si svolgerà dal 10 al 14 luglio prossimi nel cuore verde della provincia di Arezzo e precisamente nella località Albergo, piccola frazione del Comune di Civitella in Val di Chiana in provincia di Arezzo.

A suggellare questa collaborazione tra i due festival non poteva esserci altra band se non i Fast Animals And Slow Kids, con la data di Perugia che sarà l’unica in zona per tutto il 2013. È passato del tempo dalla loro vittoria ad Arezzo Wave Band 2010, ma nel frattempo i quattro giovani musicisti perugini, illuminati sulla via del rock, hanno fatto molta strada, suonando in tutto il Paese – con un live potente e schietto e con un’attitudine che si fatica a trovare oggi in giro -, pubblicando due dischi e creando intorno a loro grande entusiasmo e molte aspettative, con queste ultime che si sono ormai trasformate in certezze.

Insieme a loro sul palco ci saranno gli Etruschi From Lakota, vincitori per la Toscana di Arezzo Wave Band 2013 ed attualmente in tour per la promozione del disco d’esordio. E ciliegina sulla torta, ad arricchire la serata al Frontone, anche il live di Bologna Violenta, progetto del polistrumentista Nicola Manzan, uno dei più apprezzati della scena musicale indipendente visto che può vantare anche collaborazioni con i più importanti gruppi rock italiani.

Ad arricchire la serata-evento anche il dj set a cura dello staff dei Roghers.

FAST ANIMALS AND SLOW KIDS

Sono la rock band umbra che si sta attirando addosso le maggiori attenzioni di pubblico e critica. Sono i perugini Fast Animals And Slow Kids, che a meno di due anni di distanza dal loro primo album sono tornati nel 2013 con un nuovo disco: “Hybris” (si pronuncia Iubris), questo il titolo scelto di un album uscito per Woodworm, distribuito da Audioglobe, ma che la band ha reso disponibile anche online in free download.

Un lungo tour li ha portati nei mesi scorsi in giro nei migliori locali italiani, con qualche data di supporto a quello dei Ministri, ed ora ad accoglierli sono i grandi spazi all’aperto.

Questo è dunque il secondo disco della giovane band umbra che, dopo l’Ep “Questo è un cioccolatino” (stampato grazie all’aiuto di Luca Benni dell’etichetta umbra To Lose La Track) e dopo aver vinto Arezzo Wave Band nel 2010, ha già all’attivo “Cavalli”, album di debutto prodotto da Andrea Appino (The Zen Circus), missato e registrato da Giulio Ragno Favero (Il Teatro Degli Orrori) e pubblicato dalla Ice For Everyone. Infatti, anche grandi protagonisti della scena musicale indipendente italiana hanno visto in questa band di provincia del talento e li hanno inizialmente supportati. Ma ora sono già in grado di camminare con le proprie gambe.

ETRUSCHI FROM LAKOTA

Gli Etruschi From Lakota si formano nel settembre del 2011. Dall’incontro con il produttore Nicola Baronti nasce una forte collaborazione che dà alla luce un ep ‘’Davanti al Muro’’ uscito nel marzo 2012 per Phonarchia Dischi e successivamente l’album di esordio “I Nuovi Mostri”, uscito il 21 gennaio 2013.

Grazie all’energia, la voglia di farsi sentire e le capacità acquisite nei tanti concerti avuti, il gruppo si appresta a diventare una forte realtà nel panorama della scena emergente italiana. Vincitori di Italia Wave Band 2013 per la regione Toscana, sono attualmente in tour per la promozione del primo disco e già a lavoro per il secondo.

BOLOGNA VIOLENTA

Bologna Violenta è la one-man-band dietro cui si cela Nicola Manzan, trevigiano classe 1976, diplomato in violino e polistrumentista che negli ultimi anni ha lavorato in studio e dal vivo con molte band del panorama musicale italiano.

Il progetto nasce nel 2005, anno dell’esordio omonimo ispirato ai poliziotteschi degli anni Settanta, ed è fin da subito votato alla violenza sonora ed al nich…ilismo musicale: una sorta di cyber-grind dove la melodia è quasi assente, mentre sono le ritmiche serrate, i riff punk-hardcore ed i sintetizzatori a farla da padrone.

Il secondo album, intitolato “Il Nuovissimo Mondo”, esce nel 2010 per Bar La Muerte e segna una prima svolta nello stile del progetto. Ispirato dai cosiddetti “mondo-movie”, il disco è carico di citazioni (con tanto di finti dialoghi che riportano alle atmosfere ciniche e spietate tipiche di quei film) e non mancano delle parti, seppur brevi, in cui fa capolino qualche accenno melodico.

Dopo un tour durato due anni per un totale di centotrenta date in Italia e all’estero, Nicola si è chiuso nel suo studio per realizzare il terzo album intitolato “Utopie e piccole soddisfazioni”, uscito nel gennaio 2012 per Wallace Records / Dischi Bervisti e distribuito da Audioglobe. I ventuno pezzi che compongono il lavoro sono l’espressione più eclatante del background musicale di Nicola, che va dalla musica classica al rumore puro. Nessuna citazione da film in questo nuovo album, dove è la musica a farla da padrone, e solo poche parole a sottolineare che dietro alle grandi utopie che muovono il mondo, sono le piccole soddisfazioni a rendere migliore la nostra vita.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*