COLLESCIPOLI: A SETTEMBRE JAZZIT FEST LA PIÙ GRANDE FESTA DI SEMPRE DEL JAZZ ITALIANO

La terrazza del chiostro(umbriajournal.com) COLLESCIPOLI – La Vanni Editore srl, casa editrice delle riviste JAZZIT e IL TURISMO CULTURALE, conferma il suo spirito pionieristico organizzando dal 5 all’8 settembre 2013 il JAZZIT FEST: una quattro giorni di musica, mostre d’arte e di fotografia, stand, workshop, conferenze, seminari e proiezioni di film che invaderanno le vie, le piazze, gli antichi chiostri e le dimore storiche di Collescipoli, borgo medievale in provincia di Terni dove insiste la redazione di Jazzit, accogliendo il pubblico in una vera e propria “Cittadella del Jazz”. Il tutto senza alcun tipo di contributo pubblico e a ingresso ad offerta per gli appassionati.

LA DIREZIONE ARTISTICA “OPEN SOURCE”
Il JAZZIT FEST è il primo e unico festival musicale al mondo con direzione “open source”, ovvero creata dal basso e spontaneamente dalla comunità artistica di riferimento. Con ventisei concerti al giorno ma anche conferenze, corsi di formazione, mostre d’arte, di fotografia e cineforum, il JAZZIT FES sarà una vera e propria festa del jazz italiano, un evento nato dalla rivista Jazzit per dar vita a un appuntamento tra musicisti, operatori del settore e appassionati: sono stati i musicisti ad accogliere l’invito di Luciano Vanni, direttore ed editore di Jazzit, e a dare la propria disponibilità per suonare al JAZZIT FEST.
E così il programma ospita quattrocentocinquanta artisti provenienti da tutta Italia, da collocazioni stilistiche eterogenee e percorsi professionali differenti, che presenteranno i loro progetti originali, anche in prima nazionale, nell’ambito di questa manifestazione.

IL MEETING DEL JAZZ IN ITALIA
A rendere ancora più prezioso e innovativo l’evento, all’interno del JAZZIT FEST si terrà il Meeting del Jazz italiano: expo degli operatori del settore – etichette discografiche, festival, jazz club, scuole di musica, associazioni, promoter, agenzie di booking e management – che comprenderà anche conferenze, presentazione di cd e stagioni concertistiche e riunioni a porte aperte della redazione di JAZZIT. Per tutti gli appassionati di jazz sarà l’opportunità di acquistare cd e libri direttamente dal produttore; per i musicisti sarà possibile entrare in confidenza con l’industria del jazz e per tutti gli operatori del settore sarà l’occasione di conoscersi e incontrarsi.

A IMPATTO ZERO: SENZA CONTRIBUTI PUBBLICI E A DONAZIONE SPONTANEA
Il JAZZIT FEST si presenta alla prima edizione come l’evento più rivoluzionario dell’estate italiana in quanto organizzato da una testata giornalistica specializzata senza il ricorso a finanziamenti pubblici con la formula “Without Recourse To Public Funds”. Rispetto al consueto iter per il fund raising pubblico, il JAZZIT FEST sarà prodotto attraverso un’idea nuova di collaborazione tra soggetti privati, comunità, istituzioni e spettatori: la Vanni Editore Srl gestirà l’evento assumendosi in toto il rischio d’impresa, la comunità di Collescipoli parteciperà attivamente (tramite la Pro Loco) e le istituzioni comunali sosterranno l’evento senza oneri attraverso la messa a disposizione di strutture e servizi di utilità sociale.

Anche il pubblico presente, poi, farà la sua parte: sosterrà l’evento anzitutto con la propria partecipazione e, se vorrà, con una donazione spontanea con la formula “Admission Is Free: Pay-What-You-Wish”; potrà assistere gratuitamente ai concerti in programma decidendo liberamente se sostenerli.
Il JAZZIT FEST vuole anche passare alla storia per essere un evento a impatto zero sul fronte ecologico, grazie a un’attenta e scrupolosa raccolta differenziata: un gruppo di cento volontari provenienti da tutta Italia tenteranno di realizzare l’obiettivo di un “festival jazz a impatto zero”.

IL PAESE-FESTIVAL
Nell’arco dei quattro giorni del JAZZIT FEST saranno organizzate conferenze, clinics, workshop e laboratori di musica per bambini e anche in questa circostanza sarà possibile frequentare ciascun evento a titolo gratuito. Il piccolo borgo medievale umbro di Collescipoli, in provincia di Terni, sarà un paese interamente coinvolto: l’intera comunità offrirà un servizio di accoglienza, sicurezza, ospitalità e ordine pubblico, e grazie alla Pro Loco di Collescipoli sarà aperta la taverna del paese e più punti ristoro così da offrire, dalla mattina alla sera, servizi di ristorazione per colazione, pranzo, cena e degustazioni di prodotti tipici.

 IL PROGRAMMA CONCERTISTICO

GIOVEDI’ 5 SETTEMBRE 2013 /

Monastero di Santa Cecilia (piano)

Chiesa dell’Addolorata (piano)

Piazzetta di Porta Ternana

Piazza della Rocca (piano)

Slargo Chiesa Santa Maria Maggiore

17.00 – 17.45

Koine Jazz Trio

Lisa Maroni – Alessandro Bravo “Intwoition”

Antonella Vitale – Roberto Genovesi “Acoustic Time”

Giacinto Cistola Sextet

Francesco Cipollone Trio

18.30 – 19.15

Leonardo De Lorenzo “Pictures” Quintet

Michele Gori “Just Flutes Solo Project”

Funkin’ Monks

Hard Chords Trio

Dario Germani Trio “For Life”

20.00 – 20.45

Michelangelo Brandimarte “Nemo Project”

Luigi Ranghino “Solo”

Adovabadan Jazz Band

Roberto De Carolis 4tet

Alessandro Tedesco Quartet

21.30 – 22.15

Rosa Brunello “Omit Five”

Enrico Roccatani “Piano Solo”

Amanita

Simone Maggio Trio

I’M ANITa

23.00 – 23.45

Marini – Rolff – U.T.Gandhi

Ottolini “Sousaphone Duo”

Massimo D’Avola Trio

Roberto Zechini “A Deep Surface”

Giovanni Francesca Quintet

around midnight / “Jazz e Letteratura”

Gabriele Coen “Jewish Experience”

VENERDI’ 6 SETTEMBRE 2013 /

Monastero di Santa Cecilia

Chiesa dell’Addolorata

Piazzetta di Porta Ternana

Piazza della Rocca

Slargo Chiesa Santa Maria Maggiore

17.00 – 17.45

Massimo Carafa “Blue Room 4tet”

Trio Futuro “Magrona”

Raquel Silva Joly “Bossa Nova Trio”

Nutimbre

Gabriele Boggio Ferraris Quartet

18.30 – 19.15

Gazzara

Fabiola Trivella “Soprano In Jazz”

Luca Di Luzio – Kamila Staszkòw “Jazzlife Duo”

Armonica Jazz Quartet

Progetto.Originals

20.00 – 20.45

Majaria Trio

Massimo Fedeli “Piano Solo”

Settemeno

Andrea Bonioli Quartet “Today Project”

Domino’s Trio

21.30 – 22.15

Leonardo Radicchi “Riot”

Fausto Ferraiuolo – Gustavo Giacosa “Nannetaicus”

Wam Trio

Vincenzo Saetta – Antonello Rapuano 4tet

MOF

23.00 – 23.45

Zy Project

Giorgio Ferrera Trio

Gianna Montecalvo – Lisa Manosperti “Open Duo”

Cettina Donato “Crescendo in 4”

Lisa Manosperti Trio “Voicing Ornette Coleman”

around midnight / “Jazz e Teatro”

Silenzio

SABATO 7 SETTEMBRE 2013 /

Monastero di Santa Cecilia

Chiesa dell’Addolorata

Piazzetta di Porta Ternana

Piazza della Rocca

Slargo Chiesa Santa Maria Maggiore

17.00 – 17.45

Follow The Wires

Marta J – Francesco Chebat Duo

Marilena Paradisi – Ivan Macera “The Cave”

Salvatore Arena Bassoon Jazz Quartet

Ibrido Hot Six

18.30 – 19.15

Beppe Di Benedetto 5Tet

Salvatore Cirillo – Adele Capacchione Duo

Filippo Cosentino Duo

Mike Rubini Extensive Quartet

Nicola Mingo “New Bop Quartet”

20.00 – 20.45

Triad Vibration

Milk

Walter Beltrami “Looperville”

MC3

LuPi

21.30 – 22.15

Claudio Fasoli “Four”

Eugenio Macchia Trio

Humpty Duo

Fabrizio Savino Quartet

Pasquale Innarella Quartet

23.00 – 23.45

Improvvisatore Involontario “The Ics-Men”

Kekko Fornarelli – Roberto Cherillo “Shine”

Giorgio Distante “-RAV-“

Raf Ferrari 4tet

Fazzini – Fedrigo “XY Quartet”

around midnight / “Jazz e Cinema”

Proiezione film + Amato Jazz Trio

DOMENICA 8 SETTEMBRE 2013 /

Monastero di Santa Cecilia

Chiesa dell’Addolorata

Piazzetta di Porta Ternana

Piazza della Rocca

Slargo Chiesa Santa Maria Maggiore

17.00 – 17.45

Mo’ Better Band

Marchetti – Alessandrini Duo

Gianmarco Filippini “Green Trio”

Dagmar’s Collective

 Nido Workshop

18.30 – 19.15

Modern Times Sextet

Smoothless 3

Divieto di Bop

Marco Albani Acoustic Quartet

Marco Pacassoni Quartet

20.00 – 20.45

Bad Uok

Nico Pistolesi & Andrea Lagi

Else!

Ineffable Quartet

Dino Massa Quartet “Funky Monky”

21.30 – 22.15

Uroboro Open Collective

Fabio Giachino “Piano Solo”

Andrea Zanottera 4tet

Crossing Quartet

Rosario Di Rosa & Contemporary Kitchen

23.00 – 23.45

Eskimo Jazz Band diretta da Fabio Morgera

Luca Pietropaoli “Assolo”

Gabriele Buonasorte Quartet “Forward”

The Bumps

Roy Panebianco “Soulside”

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
29 − 6 =