La MaMa Spoleto Open 2013

mama(umbriajournal.com) SPOLETO – Venerdì 28 giugno 2013 apre il Cantiere Fringe de La Mama Spoleto Open 2013. Al Cantiere Oberdan, alle 22,30 torna, dopo il grande successo dell’edizione 2012, la compagnia La Capra Ballerina con gli spettacoli di marionette “Dorme” e “La fata e il Carbonaio” di Laura Bartolomei e delle sue marionette da polso. Laura Bartolomei ci tiene a sottolineare che le sue sono marionette speciali, che riescono a muovere anche gli occhi e la bocca e che diventano così animate di espressioni. A La Mama Spoleto Open, Laura Bartolomei presenta lo spettacolo “Dorme”. “DORME è nato guardando i miei figli dormire. Le loro facce rilassate e fiduciose, pur sapendo quanto spesso facevano sogni selvaggi- dice la Bartolomei- ho cominciato a pensare a me stessa da bambina, ai sogni che facevo e che sorprendentemente ricordavo così bene, e mi sono resa conto di quanto la mia vita onirica fosse importante e presente, e che peso avesse sulla mia percezione della realtà. Mentre sogniamo, diventiamo registi dei nostri sogni, che dirigiamo come film. Questa rivoluzione irrazionale, influisce sulla nostra razionalità una volta svegli.”

La performance, senza testo, si sviluppa in dimensioni ridottissime ed è fatta di suoni, rumori, da una colonna sonora e da una scenografia di acqua e sabbia.

“Vorrei che il pubblico si sentisse come se stesse guardando attraverso una piccola finestra la vita sommersa di una bambina- continua la regista- per il pubblico sarà come guardare dal buco della serratura qualcosa di molto privato, che forse non dovrebbe guardare!”

venerdì 28 giugno ore 22.30 (DORME)

In replica:

sabato 29 giugno ore 20.30 (DORME)

domenica 30 giugno ore 17.00 e 22.30 (LA FATA E IL CARBONAIO)

Ingresso 10 € – Ridotto 5€

E’ prevista per venerdì 28 giugno l’inaugurazione delle mostre in programma per La Mama Spoleto Open: Shift/Rue de Commerce di Virginia Ryan e Arte in Vetrina con le opere di Mayou Nia.

Virginia Ryan artista interdisciplinare nata in Australia che ha lavorato internazionalmente per oltre trenta anni e ora vive e lavora tra Italia e Costa d’Avorio, presenta al Cantiere Oberdan “Shift/Rue de Commerce” una serie di lavori che interpretano, con uno sguardo occidentale, significati e simbologie che s’intrecciano nei coloratissimi pagne (tessuti wax printed) utilizzati in Africa Occidentale. I suoi lavori fortemente influenzati dai colori e la cultura africana, sono una varietà di pittura, fotografia, sculture, installazioni e tessuti con cui racconta concetti di identità, identità, appropriazione e ibridazione.

Il vernissage di apertura della mostra di Virginia Ryan, “Shift/Rue de Commerce” è previsto per venerdì 28 giugno alle ore 17 presso il Cantiere Oberdan (P.zza San Gabriele dell’Addolorata).

Dalle ore 16 di venerdì 28 giugno le opere scultoree di Mayou Nia arrederanno le vetrine dei negozi di Corso Garibaldi. Un’idea particolare, quella di esporre le proprie opere “in vetrina” che farà della principale via dello shopping spoletina, una piccola e raffinata galleria di arte moderna. L’ artista svizzera Mayou Nia racconta le sue intuizioni estemporanea attraverso opere ispirate alla natura, realizzate prevalentemente in terracotta, ceramica ed argilla.

Il Cantiere Oberdan ospiterà le opere su carta di Sylvestre Zorozo Bruly Bouabre che attraverso i suoi lavori racconta la Costa d’Avorio. Inaugurazione prevista per venerdì 28 giugno alle ore 17 presso il Cantiere Oberdan (P.zza San Gabriele dell’Addolorata).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*