Figuratevi di essere bambini, 18-25 agosto, il festival per grandi e piccini

Figuratevi di essere bambini, 18-25 agosto, il festival per grandi e piccini

Figuratevi di essere bambini, il festival per grandi e piccini

E’ stata presentata questa mattina, nel corso di una conferenza stampa tenutasi nella sala Rossa di palazzo dei Priori, l’edizione 2019 del Festival, dedicato ai bambini e alle famiglie, “figuratevi di essere bambini”, alla presenza dell’assessore alla cultura del Comune di Perugia Leonardo Varasano, del sindaco di Norcia Nicola Alemanno e dell’assessore Giuseppina Perla, dell’assessore del comune di Cerreto di Spoleto Valeria di Girolamo, dell’assessore del Comune di Sant’Anatolia di Narco Anna Corti, la rappresentante del comune di Scheggino Stefania Mercantini, del Maestro Mario Mirabassi del Tieffeu, della presidente regionale di Unicef Iva Catarinelli.

“Il fatto che stiamo presentando la 32^ edizione del Festival – ha sottolineato l’assessore Varasano aprendo i lavori – è la rappresentazione migliore di quanto sia longevo questo evento che ci accompagna da tempo ed al quale teniamo molto per diverse ragioni. La principale è che diffonde messaggi educativi importanti consentendo ai bambini di giocare e divertirsi in modo sano”.

L’assessore ha ricordato che per la prima volta nella sua storia il Festival esce dalla città di Perugia per approdare in un’area segnata dalle ferite del terremoto come è quella della Valnerina. Un viaggio ideale per lanciare un messaggio di grande rilievo, ossia per porre l’accento sull’importanza della ricostruzione in una parte della nostra regione di cui si è parlato tanto nell’imminenza del sisma ma che oggi rischia di essere dimenticata.

“Figuratevi, in questo contesto, lancia un ulteriore messaggio di vita: al cospetto di avversità tanto tragiche, ci insegna a sperare, superando per quanto possibile i momenti bui anche con il gioco e la spensieratezza dei bambini, che saranno gli adulti di domani”. L’assessore Varasano, inoltre, ha detto di apprezzare particolarmente la modalità di divertimento che il Festival propone: un divertimento sano e “molteplice” perché gli eventi dedicati ai bambini, ma in grado di coinvolgere anche gli adulti, sono svariati: dal teatro all’animazione artistica, dai laboratori ai giochi.

Infine, per Varasano, il modello educativo che Tieffeu con Figuratevi di essere bambini offre è vincente e prezioso: in una società sempre più preda delle tecnologie (televisione smart-phone), che rapiscono i nostri bambini, si riserva ai più piccoli un’alternativa divertente ed in grado di fare la differenza.

“Come Amministrazione continueremo, quindi, a sostenere questo modello di educazione che, peraltro, consente nei giorni del festival di vivere aree importanti della nostra città, dal centro storico all’area verde di Pian di Massiano”. Ad illustrare il ricco programma della rassegna è stato il rappresentante del Tieffeu Mario Mirabassi.

Giunta alla sua 32° edizione, quest’anno la rassegna presenta importanti novità. Inizia con una edizione speciale in Valnerina, che si svolge dal 18 al 25 agosto, coinvolgendo numerosi comuni del cratere sismico, e si conclude il 24 e il 25 agosto a Norcia con una grande festa. Nei comuni interessati verranno rappresentati spettacoli ed altre attività: Vallo di Nera 18 agosto alle ore 18 – Cerreto di Spoleto 19 agosto alle ore 18 – Sellano 20 agosto alle ore 18 –  Preci  21 agosto alle ore 18 –  Santa Anatolia di Narco  22 agosto  alle ore 18 –  Scheggino  23 agosto alle ore 17 –  Monteleone di Soleto  23 agosto alle ore 19.

Il festival continua, come nella tradizione ormai consolidata a Perugia, il 29 agosto in centro storico e 30/31 agosto e 1 settembre 2019 al percorso Verde di Pian di Massiano.

Il Festival è una delle più importanti manifestazioni per bambini, ragazzi e famiglie che si svolge in Italia e in Europa; un evento che rende l’infanziaprotagonista di giornate di gioco, ma si propone anche di lanciare dalle terre della Valnerina e dall’Umbria un messaggio ideale legato al futuro – i bambini sono i protagonisti di questo futuro insieme agli uomini e alle donne che si impegnano quotidianamente  per trovare soluzione ai problemi del post sisma, determinati a rilanciare questo bellissimo territorio “cuore verde d’Italia”.

L’organizzazione, curata da Tieffeu, attraverso il Festival Figuratevi vuole rendere omaggio a quelle popolazioni. L’ evento infatti si propone, tra i tanti obiettivi, di dare un contributo a rendere visibili le problematiche della ricostruzione e a mettere in luce le idee e le prospettive delle città e dei paesi a dimensione dei bambini.

Il Festival è una festa che fa incontrare bambini e famiglie del luogo con altre famiglie provenienti dall’Umbria e dall’Italia, che nelle sue 32 edizioni si è sempre caratterizzato per il suo impegno e per i suoi contenuti educativi, infatti sia in Valnerina che a Perugia ha sempre posto al centro i temi della “Cultura dell’infanzia” come modello esemplare della società del domani.

I bambini sono i diretti interessati all’evento che propone spettacoli ma anche e soprattutto laboratori, dimostrazioni e giochi. Nelle diverse isole tematiche i partecipanti, insieme agli operatori, tratteranno sotto forma ludica temi importanti quali: i diritti dell’infanzia, la pace e la solidarietà, l’interculturalità, l’ambiente e la natura, la salute e l’alimentazione.

Una grande festa per scoprire, conoscere, esprimersi attraverso i tanti laboratori didattici, momenti di animazione, arte,musica, sport  ed altro, di sicuro gradimento. Presenti all’evento anche le più importanti compagnie italiane di teatro di figura per ragazzi che animeranno con i loro spettacoli le piazze e i parchi dei comuni interessati dall’evento. Sono coinvolti anche operatori ed agenzie educative locali, per testimoniare la qualità delle risorse culturali dei nostri territori.  La bella e accogliente Umbria è pronta ed attrezzata per ospitare bambini e famiglie.

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
25 − 9 =