Corsa all’Anello di Narni, tutti i punteggi del Bravio

Corsa all’Anello di Narni, tutti i punteggi del Bravio

Il Bravio per il miglior terziere (corteo, ambiente e giornata medievale), consegnato domenica 12 maggio al Campo de li Giochi dopo la disputa della Corsa all’Anello, è stato vinto dal terziere di Santa Maria con 54 punti, seguito da Mezule e da Fraporta con 53 punti. Gli arancioviola hanno conquistato il palio dipinto dall’artista Franco Passalacqua.

Per quanto riguarda il corteo, Mezule ha totalizzato 19 punti ( 6 per il comportamento, 7 per l’interpretazione del ruolo e 6 per i complementi), Fraporta 20 punti ( 6 per il comportamento, 7 per l’interpretazione del ruolo e 7 per i complementi), Santa Maria ha ottenuto 19 punti (6 per il comportamento, 7 per l’interpretazione del ruolo e 6 per i complementi). Il premio Ludovico Mancinelli Scotti per il miglior costumante del corteo storico è stato assegnato ad Annalisa Mariotti, dama del gruppo anelli del terziere Fraporta, “per la nobiltà del portamento e la consapevolezza del ruolo sottolineato dalla ricercata eleganza del costume”.

Per quanto riguarda l’ambiente, Mezule ha totalizzato 17 punti (8 per la verosimiglianza e 9 per la scenograficità), Fraporta 19 punti (9 per la verosimiglianza e 10 per la scenograficità) e Santa Maria 20 punti (10 per la verosimiglianza e 10 per la scenograficità).

Per quanto concerne la giornata medievale, Mezule ha totalizzato 17 punti, Fraporta 14 e Santa Maria 15 punti.

Per quanto riguarda il premio musici “Massimo Morelli” è stato vinto dal gruppo comunale con 23,5 punti. Il premio speciale  “Filippo Sini” è stato consegnato a due musici che negli anni hanno dimostrato un grande impegno nella ricerca storica inerente il gruppo musici, elevate capacità propositive con l’obiettivo di apportare continue migliorie e ampliare le possibilità di spettacolo durante le esecuzioni e le esibizioni. Due musici talentuosi che possono vantare un’indiscussa esperienza e un apprezzamento ben oltre i confini del terziere e della città, due uomini caparbi che si sono sempre distinti per il proprio spirito di squadra e le proprie amabili personalità: Giulio Giombolini ed Alessandro Cotogni.

Commenta per primo

Rispondi